NOIPA, NUOVO PORTALE ONLINE PER STIPENDI STATALI/ Cedolini dal 2016 e area privata

- Emanuela Longo

NoiPa, il nuovo portale per la gestione degli stipendi degli statali è online: area privata del tutto rinnovata, i cedolini da giugno del 2016 ad oggi

noipa nuovo portale
NoiPa, nuovo portale online

Grandi novità, da ieri, in merito all’esordio del nuovo portale online dedicato agli stipendi degli statali. NoiPa cambia pelle, quindi, al fine di migliorare la navigabilità e l’esperienza degli utenti anche e soprattutto nella propria area privata, soprattutto in seguito alla fruizione di nuovi servizi dedicati agli amministrati. A tal fine, spiega il Mef, sono stati potenziati i servizi a disposizione degli amministrati NoiPa per la verifica delle retribuzioni. La nuova area privata permette di visualizzare velocemente e in modo intuitivo le retribuzioni di ogni singolo rapporto di lavoro in generale e nel dettaglio, nonché i documenti contabili e la consultazione dei cedolini a partire da giugno 2016. “E’ soltanto una tappa del processo che in breve tempo porterà alla disponibilità dell’intero patrimonio storico disponibile nel sistema NoiPA”, fa però sapere il Mef. Nell’area privata si è assistito ad una riorganizzazione delle categorie e ad una revisione che porterà ad incrementare le funzionalità. Questa infatti rappresenta solo una prima fase in attesa dell’attivazione di un nuovo servizio che permetterà di verificare la propria posizione contributiva quale risultante sul sistema NoiPA e segnalare eventuali difformità Inps. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

LE NUOVE FUNZIONALITÀ SU NOIPA

Da alcune ore è online il nuovo portale NoiPa per la gestione degli stipendi dei dipendenti statali. Con la sua messa online non mancano le novità introdotte e che riguardano non solo la consultazione dei cedolini ma anche il nuovo servizio sui contributi, passando per l’App NoiPa che richiede un necessario aggiornamento per poter sfruttare al meglio tutte le novità sopraggiunte. La nuova versione del portale del MEF per la gestione degli stipendi statali si pone come obiettivo centrale una maggiore navigabilità del sito stesso e semplicità nella consultazione dei dati gestiti da NoiPa al fine di garantire maggiore trasparenza nei rapporti tra i cittadini e la pubblica amministrazione. Il portale del tutto rinnovato è online da ieri 3 settembre ed ancora sono in pochi ad aver preso confidenza da vicino con tutte le funzionalità innovative che sono presenti. Tra queste, la possibilità di poter consultare i cedolini relativi agli stipendi degli anni passati, partendo dal 2016 ad oggi (almeno per ora). Non solo, anche la consultazione dell’intero patrimonio storico gestito da NoiPa, anche se questa novità è ancora in fase di definizione. Sul nuovo portale inoltre sarà possibile verificare i contributi previdenziali e ciò permetterà, in caso di discrepanze, di inviare l’opportuna segnalazione.

NOIPA, NUOVO PORTALE ONLINE: LE FUNZIONALITÀ

Saranno circa 2 milioni di dipendenti pubblici a doversi imbattere nelle novità previste dal nuovo portale NoiPa, ovvero il 64% del totale degli statali. Il rinnovato sito si presenta subito con una veste grafica molto più accattivante ma semplice da consultare e navigare. La vera novità riguarda proprio la sezione dedicata al patrimonio informativo che contribuisce a rafforzare i concetti di trasparenza ed accessibilità. Si arricchisce anche la sezione Open Data con maggiori informazioni utili e strumenti. Dalla sezione “Numeri NoiPa” del tutto nuova, invece, sarà possibile avere informazioni sul sistema degli stipendi degli statali. Garantita anche la versione in inglese e in tedesco. Maggiore spazio sarà invece dedicato alle retribuzioni: dalla propria sezione privata, ogni statale potrà consultare velocemente gli stipendi di ogni singolo rapporto di lavoro, anche nel dettaglio. Accedendo alla home del sito, inoltre, gli utenti vengono messi al corrente della necessità di aggiornare l’App NoiPa: “La nuova versione per sistemi operativi Android è già disponibile su Google Play, mentre per i sistemi operativi iOS l’aggiornamento sarà disponibile a breve, non appena completate le procedure di verifica da parte dell’App Store”, sono le informazioni pubblicate nel portale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA