Nubifragio Siracusa, bomba d’acqua e maltempo/ Strade allagate: uomo in ospedale

- Emanuela Longo

Nubifragio a Siracusa: auto in panne, strade e case allagate: bomba d’acqua nel primo pomeriggio di oggi. Un uomo finito in ospedale

maltempo campania

Un violento nubifragio si è abbattuto oggi sulla città di Siracusa, in Sicilia, dove si è registrata una vera e propria bomba d’acqua che ha causato molti danni alla popolazione. Secondo quanto riferito da molti portali locali tra cui SiracusaNews, pare che l’ondata di maltempo si sia abbattuta tra le 13 e le 14 di oggi ed a causa di una perturbazione in poco tempo le strade si sono letteralmente allagate trasformandosi in dei torrenti in piena. Diverse le criticità registrate nel primo pomeriggio di oggi, anche per il fatto che il nubifragio sia avvenuto in concomitanza con l’orario di uscita dalle scuole.

Diverse le auto in panne così come le strade interrotte che hanno necessitato della messa in sicurezza. Numerose anche le persone da soccorrere con decine di interventi in poche ore. In alcuni tratti della città, come ad esempio in via Somalia, l’acqua ha raggiunto gli sportelli delle auto costringendo qualcuno a salire sul cofano in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Nubifragio Siracusa: criticità dopo maltempo

Allagate anche alcune abitazioni: in Borgata è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco per soccorrere un’anziana bloccata nella sua casa. Nel bel mezzo del nubifragio che si è registrato a Siracusa, inoltre, un uomo sarebbe stato colpito da una scossa elettrica dopo aver toccato il portone di casa, sebbene le cause siano attualmente in fase di accertamento. Per tutti gli accertamenti del caso ed in via precauzionale, come riferisce ancora SiracusaNews, la vittima sarebbe stata trasportata in ospedale.

La perturbazione sarebbe durata poco più di un’ora, quanto basta per provocare non pochi disagi con alcune parti della città completamente allagate e evidenti criticità alla viabilità. Molti cittadini hanno manifestato tutto il loro malcontento rispetto alla situazione che porta la città a fermarsi completamente dopo ogni temporale: “Siamo stanchi”, è la voce che accomuna soprattutto i commercianti del posto, i primi a farne le spese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA