Nunzia De Stefano ex moglie Matteo Garrone/ Nicola e quel file rouge che li unisce

- Morgan K. Barraco, Abdel Fattah Hasan

Nunzia De Stefano, ex Matteo Garrone, anch’essa regista. Al Festival di Venezia ha presentato Nevia: “Racconta parte della mia vita, ma non è tutto vero”

nunzia de stefano 2019 yt 640x300
Nunzia De Stefano, ex Matteo Garrone (Youtube)

Nunzia De Stefano è stata la moglie di Matteo Garrone, il regista di Gomorra e Dogman che ora sta facendo parlare di sè grazie al suo ultimo film, Pinocchio. L’ex coppia si è conosciuta a quanto pare a Scampia, mentre Garrone stava realizzando le riprese del suo Gomorra, dando alla luce poi il figlio Nicola. Nunzia di sicuro sarà più conosciuta al grande pubblico per il suo passato matrimonio con il regista italiano e forse pochi, in confronto, sanno che anche lei fa lo stesso lavoro. Ha collaborato a lungo con l’ex marito, con cui ha ancora oggi un ottimo rapporto, ed ha presentato il suo Nevia alla scorsa edizione del Festival del Cinema di Venezia, per la sezione Orizzonti. La storia di una 17enne cresciuta nella provincia di Napoli e costretta a crescere con nonna e zie, a causa dell’incarcerazione del padre e della morte della madre. “Una parte della mia vita è in questa storia ma alcuni eventi sono trasfigurati”, ha raccontato a Movie Player, “ho cercato di mantenere un equilibrio. Raccontare e rappresentare se stessi non è facile, così ho inserito nella trama figure reali come la zia, la nonna e Giulia, ma non è tutto vero”. La De Stefano infatti ha scelto di modificare gli eventi per lasciare che la protagonista rimanesse al centro della narrazione, lasciando tutto il resto sullo sfondo.

NUNZIA DE STEFANO, EX MOGLIE DI MATTEO GARRONE: “UNA SERIE TV AUTOBIOGRAFICA? PRIMA LA PSICANALISI…”

Nunzia De Stefano ha ottenuto il sostegno del marito Matteo Garrone nel suo film d’esordio, Nevia. Il regista infatti figura come produttore della pellicola, anche se la neo regista ha preferito non chiedere consigli a nessuno per il suo debutto dietro la macchina da presa. “Parecchie scene le abbiamo cambiate lì per lì”, confessa a Movie Player, “Quando non funzionava qualcosa, mi fermavo 10 minuti e risolvevo il problema. Non è stato faticoso, finivo due ore prima della fine delle riprese e il cast era felicissimo”. Si tratta a tutti gli effetti di una pellicola femminista, scelta in base ai battiti del cuore della De Stefano. La regista infatti ha deciso di accendere i riflettori sul mondo femminile, mostrando come la donna oggi “abbia la possibilità di mettersi in gioco, arrivare a qualcosa a cui prima non poteva ispirare. C’è un’indipendenza che prima non esisteva”. Oggi, mercoledì 1 gennaio, l’ex marito Matteo Garrone sarà ospite di Roberto Bolle – Danza con me 2020, ma la De Stefano non sarà presente. Dato che fra i due è finito l’amore ma non il rispetto reciproco, possiamo immaginare che seguirà comunque l’evento in tv. “Ricordo quando Matteo mi fece vedere La strada. Il finale è struggente”, racconta ancora parlando di come Federico Fellini sia fra i modelli che l’hanno ispirata come regista. E ora ha in mente nuovi progetti, magari persino una serie tv autobiografica. “Prima però devo fare 5 anni di psicanalisi”, ha aggiunto con ironia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA