Nunzia e Arcangelo si sono lasciati/ Lei: “Non voglio cancellarlo dalla mia vita ma…” (Temptation Island)

- Rossella Pastore

Nunzia Sansone e Arcangelo Bianco sono (erano) una delle coppie della sesta edizione di Temptation Island. Lei racconta così la loro rottura.

Arcangelo e Nunzia
Arcangelo e Nunzia a Temptation Island 2019

Nunzia Sansone e Arcangelo Bianco si sono lasciati

L’annuncio è arrivato nel corso della terza puntata di Temptation Island, che ha visto Nunzia Sansone e Arcangelo Bianco protagonisti di un accesissimo falò di confronto: “Non meriti uno come me”, si è accusato lui. Inutili le suppliche di Nunzia: la campana lo ha invitato più volte a tornare sui suoi passi, ma Arcangelo è stato irremovibile. “Non sono qui per fare da giudice o per farti giudicare, non lo permetto a nessuno”, ha affermato lei. “Ho capito che per come ero diventata era giusto che pensassi che il mio sentimento era diminuito. Ho capito che ti facevo la guerra“. Risposta: “Sono io che non ti merito. Per quanto mi posso sforzare, non riuscirò mai a renderti felice. Io non cambio, sono quell’Arcangelo, il mio modo d’essere è quello… sono sbagliato e non riuscirò mai a renderti felice”. Il botta e risposta è andato avanti per un po’, prima che lei si arrendesse a tornare a casa da sola.

Le parole sulla rottura di Nunzia e Arcangelo

In un’intervista a Uomini e donne magazine, Nunzia Sansone è tornata a parlare di Arcangelo Bianco. La loro rottura l’ha sconvolta, soprattutto perché non se l’aspettava. A deluderla anche il comportamento di lui: “Se avessi avuto la convinzione che lui potesse essere anche questo tipo di uomo, non avrei mai partecipato al programma, né avrei avuto una relazione con lui di oltre dieci anni. Ho lasciato questo villaggio scossa, provata e soprattutto delusa, ma con la consapevolezza che accanto a me non voglio una persona che non mi rispetti, a cui basta poco per dimenticare che ha una fidanzata e che cede alle prime tentazioni”. Nunzia ha ammesso che non sta bene. L’umiliazione è la cosa che le pesa più di tutte, insieme alla consapevolezza di aver sbagliato: “Mi sono chiesta come si cancellano tredici anni della propria vita, la metà della propria esistenza. Mi chiedo come sarà affrontare le cose senza di lui, che per me era tutto. Probabilmente non devo cancellare il nostro passato, perché lui è una parte importante della mia vita, di cui voglio resti un bel ricordo perché è la persona che io ho amato e rispettato per tredici lunghi anni e con cui ho condiviso gioie e dolori”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA