Nuovo San Siro/ Scaroni è ottimista: “Stadio di Milano pronto nel 2024”

- Mauro Mantegazza

Nuovo San Siro, il presidente del Milan Paolo Scaroni è ottimista e al Corriere della Sera dichiara: “Lo stadio di Milano sarà pronto nel 2024”.

San Siro
Lo stadio di San Siro oggi (Foto LaPresse)

Il nuovo San Siro è un argomento che tiene sempre banco e oggi bisogna riportare le parole di Paolo Scaroni, il presidente del Milan, che nel corso di una intervista rilasciata al Corriere della Sera ha fissato il 2024 come orizzonte temporale per l’inaugurazione del nuovo stadio di San Siro, che sarà la futura casa di Inter e Milan. L’importanza dello stadio per i conti di una squadra di calcio è ormai ben nota a tutti e parlando del nuovo San Siro il presidente Scaroni ha detto una frase che più di tutte colpisce l’attenzione: “Con i proventi da stadio ci si può comprare una squadra intera”. Non servirebbe aggiungere altro per capire quale sia l’importanza strategica di avere in tempi contenuti un nuovo stadio, il nuovo San Siro che potrebbe essere a disposizione dei rossoneri e dell’Inter appunto per il 2024. La questione del nuovo stadio ormai a Milano, tra aperture e rilanci da una parte e chiusure o frenate dall’altra, si trascina da tempo ma che per Scaroni ha ora preso la direzione giusta, tanto da giustificare un certo ottimismo. Il presidente del Milan infatti crede di essere ormai “sulla strada giusta” per arrivare alla costruzione del nuovo San Siro.

NUOVO SAN SIRO, PER SCARONI OBIETTIVO 2024

Ecco le parole di Paolo Scaroni che ha fatto con il Corriere il punto della situazione sul nuovo San Siro: “Il Comune ci ha fatto una proposta che non ci piace molto perché ha ridotto le nostre richieste di costruzioni, ma che abbiamo accettato perché dovrebbe risolvere la parte politica della questione. Oggi sono ragionevolmente ottimista, mi sembra che il Comune abbia sposato il progetto di avere uno stadio nuovo e anche l’opposizione lo veda con favore”. Insomma, non tutto fila liscio ma gli scogli non sembrano insormontabili e si dovrebbe trovare la soluzione migliore per tutti. La tempistica resta quella prevista e auspicata: “Lo stadio sarà pronto per il 2024“. Ci sarà una fase in cui il nuovo stadio sarà completato ma il vecchio San Siro sarà ancora in piedi: in ballo c’è anche la cerimonia inaugurale delle Olimpiadi invernali di Milano Cortina 2026, tema sul quale “deciderà il sindaco dove svolgere la cerimonia, mi sembrerebbe strano non usare l’impianto nuovo”, ha comunque aggiunto Scaroni. Poi “partirà la rifunzionalizzazione di San Siro, che ci costerà 74 milioni e consentirà di salvare parti del vecchio stadio in un parco dello sport”. Sarà fattibile arrivare in quattro anni al nuovo San Siro? Prima si parte e meglio sarà…

© RIPRODUZIONE RISERVATA