Obbligo Pos/ Si può aggirare l’obbligo senza pagare sanzioni?

- Maria Melania Barone

Obbligo Pos, ecco il modo come aggirare gli obblighi senza pagare le sanzioni e senza commettere reato. Naturalmente non è un invito a fare i furbi, ma è bene sapere cosa è consentito.

obbligo pos sanzioni 2022 640x300

A partire dal primo luglio 2022 scatta l’obbligo di ricevere pagamenti mediante POS e quindi assicurare ai clienti il pagamento con carta di credito o carta prepagata.

Il nuovo meccanismo di tracciabilità che prevede l’obbligo del POS per tutti i professionisti che forniscono un’attività di cessione di beni e servizi è diventato obbligatorio per tutti. Infatti chiunque non si adegui all’obbligo che da oggi diventa realtà per tutti, sarà interessato da un meccanismo sanzionatorio che entra in vigore proprio oggi. Eppure c’è un modo per evitare le sanzioni, vediamo insieme quale.

Obbligo Pos: a quanto ammontano le sanzioni

Il meccanismo sanzionatorio che è entrato in vigore oggi prevede infatti per coloro che non forniscono al cliente la possibilità di pagare con il pass sanzioni che vanno da 30 euro in su.

Il meccanismo con cui vengono calcolate le sanzioni si compone di una base che è 30 euro più il 4% della somma rifiutata al cliente mediante il pagamento elettronico con POS. Ad esempio se il cliente deve pagare 200 euro con il POS e l’esercente non ne è provvisto, la cifra da pagare mediante sanzione è 38 euro vale a dire 30 euro di base più il 4% di 200 euro che corrisponde ad 8 euro.

Perché si è applicata la sanzione, occorre che il cliente segnali l’esercente per il mancato pagamento del POS. A quel punto cominceranno tutte le indagini del caso che potrebbero portare all’applicazione delle sanzioni.

Fermo restando che dunque è necessario avere sempre il POS a portata di mano per favorire il cliente ed evitare grattacapi, esistono delle modalità per evitare di dover pagare ulteriori sanzioni e anche nel caso in qualità di esercenti si eviti di far pagare al cliente con il POS.

Obbligo Pos: i casi in cui non si è soggetti a sanzioni

Come abbiamo detto è dunque possibile anche evitare di far pagare il cliente con il pos senza far scattare le sanzioni, questo è possibile quando un professionista di mostri “l’oggettiva impossibilità tecnica” relativa al pagamento del POS.

Trattandosi di pagamenti elettronici infatti è possibile che si incorre in eventuali errori o malfunzionamenti tecnici. Quindi è possibile evitare le sanzioni in caso di malfunzionamento del POS, problemi a rilevare la carta, problemi di connettività ad internet che rendono impossibile la trasmissione del pagamento avvenuto oppure guasti alla rete elettrica. Naturalmente tutti questi malfunzionamenti vanno comunicati e vanno dimostrati.





© RIPRODUZIONE RISERVATA