Oblivion/ Su Italia 1 Tom Cruise e Morgan Freeman danno spettacolo

- Matteo Fantozzi

Oblivion in onda oggi, 5 dicembre, alle 21.20 su Italia 1. Tom Cruise è il protagonista del film che vedremo in prima serata su Mediaset

oblivion 2019 film 640x300
Oblivion

Oblivion, film di Italia 1 diretto da Joseph Kosisnki

Oblivion va in onda oggi, domenica 5 dicembre, alle ore 21.20 su Italia 1. Il film unisce sapientemente il gusto per l’avventura e la fantascienza prodotto negli Stati Uniti d’America nel 2013. Produzione, sceneggiatura e regia sono state messe in atto da Joseph Kosisnki. Il film può contare su un cast di tutto rispetto, grazie alla partecipazione di nomi celebri come Tom Cruise e Morgan Freeman. Si tratta sicuramente di un’opera adatta a un pubblico che cerca intrattenimento anche se degli spunti autoriali sono ben presenti.

Oblivion, la trama del film

Oblivion racconta le vicende avvenute nel 2077, con uno scenario post apocalittico della terra dopo la guerra che ha visto contrapposti terresti e una razza aliena chiamata “Scavengers” e a causa delle calamità naturali scaturite dalla distruzione della luna. Jack Harper e Victoria Olsen, guidati dallo spazio da una donna di nome Sally, gestiscono le sorti del pianeta sia dal punto di vista del mantenimento che dell’ incolumità contro gli scavengers sopravvissuti. Nello specifico, monitorano il sistema tecnologico che sfrutta l’acqua degli oceani per generare nuova energia. Inoltre, osservano i movimenti di potenti droni realizzati per uccidere gli extraterrestri sopravvissuti.

Una volta ultimata la loro missione di monitoraggio, dovranno poi abbandonare la postazione e la terra. Nel frattempo però Jack è tormentato da alcune visioni che raffigurano una misteriosa donna; inoltre, non è convinto di abbandonare il pianeta dopo aver scoperto una zona ancora fertile della terra, in prossimità di un lago. Dal canto suo Victoria sembra quasi non vedere l’ora di terminare la missione sulla terra per non dover più aver paura degli scavengers. Durante un’operazione di pattuglia l’uomo si imbatte in una vera e propria trappola; introducendosi in una zona sotterranea per recuperare un drone guasto, si trova nel mezzo di una vera e propria imboscata da parte degli extraterrestri. Fortunatamente, viene tratto in salvo da un altro dove che uccide tutti gli scavengers coinvolti nella trappola. Il giorno successivo la tranquillità dei due ragazzi viene destabilizzata da un mal funzionamento di una idro-trivella; l’inconveniente era dipeso da una cella energetica di un drone.

Successivamente Victoria individua un segnale strano che aumenta ancora di più le incertezze di Jack. Il segnale proveniva da un radiofaro degli scavengers, motivo di ulteriori pensieri per il ragazzo. Come se non bastasse, dal cielo crolla un enorme velivolo sconosciuto e Jack, nonostante il parere contrario della fidanzata, decide di recarsi sul luogo dello schianto. Al suo arrivo scopre che tra i superstiti ci sono numerosi umani ibernati che vengono prontamente uccisi da un drone in via precauzionale. L’uomo riesce però ad evitare che fosse uccisa una donna di nome Julia Rusakova; la ragazza aveva le stesse sembianze della persona presente nelle sue visioni, per cui decide di condurla nel loro luogo sicuro. Successivamente, Jack e Julia si recano sul luogo dell’impatto per reperire la scatola nera; in questa circostanza l’uomo scopre una nuova parte di verità.

Vengono catturati dagli scavengers che in realtà si rivelano essere degli esseri umani sopravvissuti. Un uomo di nome Beech racconta che Jack in realtà era stato inviato 60 anni prima nello spazio per indagare sul Tet, un’entità misteriosa che è stata la causa principale della distruzione della luna. Dopo un’iniziale scetticismo da parte del ragazzo, comprende che tutto poteva avere un senso sopratutto quando Julia gli confida che in realtà lei era sua moglie. Dopo diversi tentativi da parte di Sally di riportarli con i droni alla base, i due riescono a scappare con Jack sempre più convinto di voler riportare tutto alla normalità. L’obbiettivo era infatti quello di distruggere l’entità che aveva gettato la terra nella disperazione.

Il piano era di lanciare un drone carico di energia contro il Tet al fine di distruggerlo definitivamente. L’uomo con l’aiuto di Beech riesce a raggiungere la colossale struttura aliena dove ad aspettarlo c’è proprio Sally, che si rivela essere nient’altro che una imponente struttura extraterrestre. Jack prende coscienza di essere davvero un clone di se stesso ed è consapevole di portare avanti una missione suicida. Nel frattempo però è riuscito ad assicurare un futuro a Julia nell’unico posto della terra vivibile da lui scoperto. Una volta attivata la bomba nucleare oltre ad esplodere il Tet vengono cancellati per sempre tutti i droni al seguito della struttura. La storia a questo punto si sposta a 3 anni dopo, con Julia che è riuscita a sopravvivere insieme al figlio concepito con Jack negli anni precedenti. Inoltre, poco dopo viene raggiunga da altri umani sopravvissuti ai recenti disastri.

Video, il trailer del film “Oblivion”



© RIPRODUZIONE RISERVATA