OMICIDIO AL CHIOSCO DI PIADINE: MOGLIE UCCIDE MARITO/ Ravenna, movente passionale

- Dario D'Angelo

Ravenna, lite al chiosco di piadine tra marito e moglie: lei infilza l’uomo con un unico fendente che si rivelerà fatale per il 61enne. Movente passionale.

militare italiano
Immagine di repertorio (Pixabay, 2018)

Un omicidio si è consumato nella notte in provincia di Ravenna, dove una donna di 51 anni ha ucciso il marito di 61 con una coltellata rivelatasi letale. L’uomo, come riportato dall’ANSA, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale del capoluogo dove i medici hanno tentato di tutto per salvarlo ma per lui non c’è stato niente da fare. I coniugi, da quanto appreso, erano residenti in provincia di Piacenza e da quattro mesi a questa parte avevano avviato insieme un’attività commerciale: un chiosco di piadine a Lido Adriano, sul litorale ravennate, che è diventato il teatro dell’omicidio. Proprio all’interno del chiosco, infatti, intorno all’una di notte è nata la discussione da cui si è originato il delitto. La donna ha tirato fuori il coltello e ha colpito il marito all’addome senza lasciargli scampo.

MOGLIE UCCIDE MARITO A RAVENNA

Un’unica coltellata, un fendente diretto all’addome che ha provocato al 61enne delle ferite che neanche in ospedale sono riusciti a sanare. Così una donna di 51 anni ha ucciso il marito al culmine di una lite nel chiosco di piadine di famiglia a Lido Adriano. Da quanto emerso in questa prima fase delle indagini, sembrerebbe che il movente del delitto sia di natura passionale. La moglie avrebbe infatti accusato il marito di intrattenere altre relazioni. Sulla vicenda indagano i carabinieri: i primi a portarsi sul luogo del delitto, oltre ai sanitari del 118, sono stati i militari del Radiomobile e della locale Stazione che hanno provveduto all’arresto della donna. L’uomo intanto si è spento nell’ospedale di Ravenna intorno alle ore 2:45 di questa notte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA