OMICIDIO ROSINA CARSETTI/ Riscontrati segni di violenza, le versioni dei familiari…

- Alessandro Nidi

Omicidio Rosina Carsetti, novità: secondo “Il Resto del Carlino” l’esame autoptico avrebbe rivelato segni di violenza sul corpo della vittima, ma mancano conferme

omicidio rosina carsetti
(Storie Italiane)

Arrivano nuovi aggiornamenti sull’omicidio di Rosina Carsetti. Proseguono le indagini della procura di Macerata, ma un dato sembra ormai acclarato: l’anziana è stata picchiata a morte. Le autorità sono al lavoro per individuare il movente e la versione dei familiari non convince: non ci sono dati certi sulla presunta rapina invocata dai cari di Rosina e non è da escludere un altro scenario…

Come riportato da Storie Italiane, la relazione preliminare sull’autopsia da parte del medico legale sarebbe stata già consegnata. I risultati dell’autopsia non si conoscono, ma è una questione di ore: nelle prossime ore potrebbero arrivare importanti aggiornamenti e già oggi verrà fatta comunicazione agli avvocati di nuovi elementi. Come già evidenziato in precedenza, sul corpo della donna riscontrati dei segni di violenza: costole rotte e clavicola rotta. Secondo la difesa, non sono segni dell’aggressione ma dei medici del 118 intervenuti quella sera per rianimarla. (Aggiornamento di MB)

OMICIDIO ROSINA CARSETTI: “É STATA PICCHIATA A MORTE”

Nella puntata di “Storie Italiane” di oggi, giovedì 14 gennaio 2021, la conduttrice Eleonora Daniele è tornata ad accendere i riflettori sull’omicidio di Rosina Carsetti, la donna di 78 anni trovata morta nella sua abitazione la sera della vigilia di Natale. Sulla sua scomparsa regna un alone di mistero, in quanto i suoi familiari hanno affermato una sola volta, prima di avvalersi unanimemente della volontà di non rispondere, che la malcapitata sarebbe stata uccisa da un individuo incappucciato, entrato in casa approfittando dell’oscurità. Tuttavia, secondo quanto riportato da “Il Resto del Carlino”, durante l’autopsia sul corpo della donna sarebbero stati trovati evidenti segni di percosse, che testimonierebbero che la vittima è stata picchiata a morte. In questo momento, il legale dei familiari si dissocia totalmente da queste indiscrezioni, affermando che non vi è ancora alcuna ufficialità da parte della Procura in merito ai risultati dell’esame autoptico. Eleonora Daniele ha chiesto ufficialmente un contatto con chi ha redatto l’articolo, corredato da un titolo davvero inequivocabile, per comprendere

OMICIDIO ROSINA CARSETTI: AUTOPSIA CONFERMEREBBE SEGNI DI VIOLENZA

I vicini di Rosina Carsetti, che, in base a quanto confermato da “Il Resto del Carlino”, sarebbe stata picchiata a morte la sera del 24 dicembre 2020 nella sua villetta di Montecassiano, nel Maceratese, hanno più volte ribadito nelle scorse settimane quanto la donna fosse vittima di maltrattamenti fra le mura domestiche, aggiungendo che era costretta a dormire sul divano, a stare al freddo e a girare con soli dieci euro nel portafoglio. Recentemente, Rosina aveva deciso, con l’aiuto di un’amica fidata, di rivolgersi a un centro antiviolenza, contattato lo scorso 19 dicembre. Aveva anche ottenuto un appuntamento, fissato in data 29 dicembre, al quale, però, la donna non ha potuto presentarsi, perché la sua esistenza si è tragicamente conclusa cinque giorni prima. Il giallo intanto si fonda anche sugli orari: cosa ha fatto il nipote Enea dalle 18.10 (orario dello scontrino del supermercato) alle 19.30, quando avrebbe trovato la nonna morta in casa e il nonno e la mamma legati?

© RIPRODUZIONE RISERVATA