Ordinanza Lombardia, via obbligo mascherine all’aperto/ Ma solo se c’è distanziamento

- Silvana Palazzo

Ordinanza Lombardia, dal 15 luglio cade obbligo mascherine all’aperto, purché si rispetti il distanziamento. Resta quello nei luoghi chiusi

bollettino coronavirus lombardia
Attilio Fontana, governatore di Regione Lombardia (Foto LaPresse)

In Lombardia non ci sarà più l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto. Il governatore Attilio Fontana, che è stato il primo ad introdurre l’obbligo ovunque lo scorso 4 aprile, in piena pandemia Covid-19, ora è l’ultimo ad eliminare questa prescrizione. Ma i cittadini devono garantire il distanziamento che è previsto dalle normative nazionali. Il presidente della Regione Lombardia firmerà domani la nuova ordinanza, secondo la quale è obbligatorio indossare le mascherine solo nei luoghi chiusi ma aperti al pubblico. E quindi uffici, bar, ristoranti, negozi e supermercati. Ma conviene portare sempre con sé la mascherina per utilizzarla in caso di bisogno, cioè se non è possibile mantenere la distanza interpersonale. A due settimane dalla proroga della restrizione, arrivata pur nella consapevolezza che il caldo avrebbe potuto mettere in difficoltà gli anziani, arriva la novità per i cittadini lombardi.

LOMBARDIA, VIA OBBLIGO MASCHERINE ALL’APERTO

Il comitato tecnico scientifico della Regione Lombardia stavolta ha dato il via libera. Considerando anche il fatto che l’indice Rt, quello che serve a monitorare l’andamento dell’epidemia, è tornato sotto quota 1, si può togliere l’obbligo delle mascherine all’aperto. Invece 15 giorni fa i virologi non avevano dato il loro assenso al governatore lombardo Attilio Fontana. Da venerdì la Regione Lombardia ha riaperto agli sport da contatto, come il calcetto, e ha dato il via libera al ballo nelle discoteche, purché all’aperto. Trattasi di una serie di decisioni importanti se teniamo conto del fatto che la Lombardia è stata la regione italiana più colpita dal coronavirus e quella che ha registrato il maggior numero di vittime. Ma sarà molto importante il senso di responsabilità della persone., perché i dati sono positivi e la situazione è sotto controllo, ma ciò proprio a causa del rispetto delle precauzioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA