Paolo Bonolis: “Raffaella Carrà ricordava mia madre”/ “L’Inter? Tifo fin da piccolo”

- Alessandro Nidi

Paolo Bonolis a “Verissimo” ha ricordato Raffaella Carrà e il Telegatto condotto insieme. Poi, immancabilmente, un riferimento alla sua Inter…

paolo bonolis raffaella carra 640x300
Paolo Bonolis e Raffaella Carrà (Verissimo)

Paolo Bonolis ha ricordato a “Verissimo” Raffaella Carrà. La conduttrice era “un personaggio formidabile, rigorosissima nel lavoro. Io con lei ho fatto un Telegatto, se non ricordo male. Era rigorosa, seguiva la scaletta in maniera morbosa, mentre io non ce la faccio, preferisco l’immediatezza, l’improvvisazione, seguendo la sua traiettoria. Lei seguì la mia indicazione di nascondermi sotto la sua gonna, fu molto divertente quella sera. Una volta abbiamo giocato a carte io, lei, Sonia e Renato Zero. Lei e Renato hanno perso e si sono inc*zzati. Non ci sentivamo spesso nella vita, ma c’era la serenità e il piacere di incontrarsi quando capitava”.

PAOLO BONOLIS TRA RAFFAELLA CARRÀ E INTER

Nel prosieguo di “Verissimo”, Paolo Bonolis ha rammentato che “molto bella è stata anche l’intervista insieme a Raffaella a Domenica In, su Rai Uno. Era fresca e particolarmente innovativa. Mi ricordava molto mia madre nel modo di porsi esistenzialmente. Per me sono entrambe serenamente sfrontate”. E il tifo per l’Inter? “Mio papà è sempre stato tifoso. Vedevamo insieme le partite che trasmettevano in tv e mangiavamo pane e olio. Per me, oggi ancora, è un modo per stare insieme a lui che purtroppo non c’è più. Sono cose che ti rimangono sin da quando sei piccolo”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA