Paolo Rossi: “Vicino ai 70 anni? Se volessi potrei averne anche 15″/ “Il teatro…”

- Josephine Carinci

L'attore Paolo Rossi ha raccontato il suo rapporto con il teatro, gli anni di stop a causa della pandemia e l'avvicinarsi dei suoi settant'anni

Paolo Rossi Paolo Rossi

Paolo Rossi: “Le idee nascono dal disagio”

Paolo Rossi al teatro ha dedicato la sua intera vita. In attesa di portare in scena il suo prossimo spettacolo, l’attore si è raccontato sulle pagine de il Messaggero Veneto: “È un po’ difficile così, ma posso dire che il nostro teatro parla di ciò che succede fuori dal teatro. Vorrei che questo angolo di emozioni diventasse — dopo quello che abbiamo passato, quello che stiamo passando e quello che passeremo — un luogo di relazioni sociali. Poi c’è lo spettacolo che deve essere di massima qualità. Il teatro è un accadimento, per questo improvvisiamo. Siamo in piena riproducibilità dell’opera d’arte dal vivo e in movimento“.

In “Comedians”, il pubblico lanciava un tema e lui lo sviluppava. “Accadeva questo, precisamente. L’improvvisazione è l’espressione massima dell’emergenza, questa è la verità. Noi non lavoriamo mai nella comodità, anche perché le idee nascono sempre dal disagio“, ha rivelato Rossi.

Paolo Rossi: “Il teatro è una necessità”

I due anni di sospensione per il Covid-19 non hanno bloccato l’arte di Paolo Rossi, che in realtà non si è mai fermato, seppur continuando a fare teatro in maniera differente. Così, quando sul Messaggero Veneto gli hanno chiesto come siano andati questi anni, lui ha rivelato: “Direi bene, proprio per il concetto di allarme che mi è caro. Recitammo anche nelle case di ringhiera in una specie di format elisabettiano con le sedie in cortile; ci siamo tenuti in forma. Il nostro modo di esprimerci ci spinge verso spazi a volte originali e anomali. Posso dire serenamente che il teatro è una necessità, un genere di conforto per il pubblico dei teatri, ma anche degli auditorium delle università o delle cantine dei viticoltori o di un qualunque posto con un palcoscenico calpestabile”.

I settant’anni si avvicinano per l’attore, che ha raccontato: “L’incredibile fatto è che mi sveglio con una età, a mezzogiorno ne ho un’altra, di pomeriggio un’altra ancora e di notte preferisco non svelarlo. Se volessi, per due ore, riuscirei a essere persino una ragazzina di 15 anni“.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Fiction e Serie TV

Ultime notizie