Papa Francesco polemico con Usa: “Afgani abbandonati”/ “No a rappresaglie talebane”

- Luca Bucceri

Papa Francesco polemico con Usa: per il Santo Padre il ritiro americano è stato fatto senza prendere “in considerazione tutte le eventualità”

Papa francesco in Udienza
Udienza Generale di Papa Francesco nella Biblioteca Vaticana (LaPresse, 2021)

Continua a far discutere il ritiro delle truppe statunitensi e quelle dei loro alleati della Nato dall’Afghanistan, che nelle ultime settimane è stato messo sotto assedio dai talebani che hanno via via conquistato città dopo città. Dopo gli attentati di Kabul per mano dell’Isis e l’addio definitivo degli americani al suolo afgano, con l’ultimo volo partito ieri sera, anche Papa Francesco ha voluto dire la sua sulla situazione in Medio Oriente. Intervenuto ai microfoni della trasmissione radiofonica Cope, il Pontefice si è mostrato contrariato per la decisione presa ritenendo che nel ritiro “non siano state prese in considerazione tutte le eventualità“.

Parole dure quelle da parte del Santo Padre, uscito di recente dall’ospedale Gemelli di Roma dopo aver subito un intervento al colon, che non evita di mandare una chiara frecciata agli Stati Uniti di Joe Biden e alla Nato in generale: “Da quanto si vede qui, non sono state prese in considerazione, a quanto pare, non voglio giudicare, non sono state prese in considerazione tutte le eventualità“. Bergoglio ha infatti aggiunto che secondo lui la popolazione afgana sia stata “lasciata a se stessa“, motivo col quale è possibile giustificare un ritorno così forte e veloce dei talebani una volta che i primi plotoni hanno lasciato il suolo di Kabul.

Papa Francesco polemico con Usa: ultimi militari partiti da Kabul

Nonostante il momento storico che sta passando l’Afghanistan, Papa Francesco si è detto comunque speranzoso di quel che sarà il futuro della popolazione. Nel corso dell’intervista all’emittente radiofonica Cope, che andrà in versione integrale domani, Bergoglio si è detto fiducioso che la Segreteria di Stato vaticana stia lavorando affinché non ci siano rappresaglie nei confronti della popolazione con l’arrivo dei talebani.

Intanto nella serata di ieri gli ultimi militari americani hanno lasciato il suolo afgano. All’addio dei marines sono seguiti attimi di festa e gioia tra le strade di Kabul, dove i talebani hanno festeggiato con tanto di fuochi d’artificio per la “vittoria” ottenuta contro l’esercito americano e la fine della sua missione. “Abbiamo vinto” ha detto un comandante dei talebani, mentre Joe Biden ha dichiarato conclusa la guerra nonché la missione ventennale che teneva i militari degli States in Afghanistan nel tentativo di pacificare il paese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA