PETER E LAURA, CONIUGI SCOMPARSI A BOLZANO/ Accusato di omicidio il figlio Benno

- Dario D'Angelo

Peter Neumair e Laura Perselli, marito e moglie scomparsi da Bolzano due settimane fa: svolta. Indagato per omicidio e occultamento il figlio Benno.

peter e laura 2021 youtube 640x300
Peter e Laura, scomparsi a Bolzano (foto da Youtube)

A “CHI L’HA VISTO?” IL CASO DI PETER E LAURA: SVOLTA NEL GIALLO?

Nella puntata di oggi di Chi l’ha visto? in onda su Rai 3 si parla del caso di Peter e Laura, i coniugi scomparsi due settimane fa da Bolzano. Nelle ultime ore si è registrata una svolta nel giallo: la casa dei due coniugi è stata posta sotto sequestro e gli inquirenti, come riportato da Il Corriere della Sera, avrebbero raccolto informazioni certe su dove si trovino i colpi di marito e moglie. Nel registro degli indagati è stato iscritto, con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere, il figlio della coppia, il 30enne Benno Neumair. Da quanto emerso finora, sembra infatti che il giovane istruttore di fitness – che insieme alla zia aveva presentato denuncia di scomparsa – avesse in realtà dei rapporti molto tesi con i genitori, caratterizzati da frequenti discussioni. Benno Neumair, che da qualche tempo era tornato a vivere a casa con il padre e la madre, agli inquirenti aveva detto di non essersi accorto della loro assenza. Da subito il suo atteggiamento era apparso strano agli investigatori, che hanno concentrato i loro sospetti su di lui.

PETER E LAURA SCOMPARSI: DUBBI IL FIGLIO BENNO

Le cose per Benno Neumair stando a quanto riportato da Il Corriere della Sera negli ultimi tempi non andavano particolarmente bene neanche alle scuole von Aufschneiter, dove il giovane lavorava, e dove diverse erano state le lamentele da parte di genitori e anche di colleghi. Pare che il 30enne si fosse spinto a minacciare addirittura un’altra insegnante dinanzi all’intera classe. Emblematico il fatto che, dopo la notizia della scomparsa di Peter e Laura, alcune famiglie della scuola avessero firmato una lettera per chiederne la rimozione. L’ipotesi investigativa è che il giovane abbia aggredito e ucciso i genitori magari in predPeter ea ad un raptus. Resta il quesito su dove abbia nascosto i corpi: negli ultimi giorni i carabinieri, insieme ai Vigili del fuoco e alla Guardia di Finanza, ha cercato nei fiumi della Bassa Atesina; lunedì, però, non è chiaro se dopo una confessione dell’indagato o dall’analisi dei video di alcune telecamere di sorveglianza, è maturata la svolta che ha portato gli investigatori a passare al setaccio il giardino dell’abitazione. I corpi di Peter Neumair e Laura Perselli potrebbero non essersi allontanati più di tanto da casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA