Matteo Salvini ironizza su Lino Banfi all’Unesco/ Video: “Lui sì e non Jerry Calà?”

Matteo Salvini ironizza su Lino Banfi all’Unesco: “Lui sì e non Jerry Calà?”. Siparietto del ministro in diretta Facebook: social scatenati.

22.01.2019 - Carmine Massimo Balsamo
Matteo Salvini
Matteo Salvini

«Come governo abbiamo individuato il maestro Lino Banfi perché rappresenti l’Italia nella commissione italiana per l’Unesco. Abbiamo fatto Lino Banfi patrimonio dell’Unesco»: questo l’annuncio fatto oggi da Luigi Di Maio all’evento M5s sul reddito di cittadinanza. Una scelta che ha scatenato l’ilarità sul web e che ha raccolto anche grandi critiche, con l’attore pugliese che ha commentato non senza conseguenze: «Le istituzioni sono fatte con persone laureate, io invece voglio portare un sorriso ovunque, anche nei posti più semplici». E anche Matteo Salvini ha ironizzato nel corso di una diretta Facebook con i suoi sostenitori; «Su Lino Banfi una parola alla fine, io due o tre ideuzze ce le ho», esordisce il segretario federale della Lega, che poco dopo aggiunge: «Va bene: e Jerry Calà? E Renato Pozzetto? E Umberto Smaila? Apriamo questo dibattito! Scherzi a parte, sorridiamo perché l’Italia è così bella che chiunque la può difendere, apprezzare e valorizzare in giro per il mondo».

MATTEO SALVINI IRONIZZA SU LINO BANFI ALL’UNESCO: IL VIDEO

Il capo del Viminale ha scelto una battuta per commentare la decisione del collega vice premier e sono in molti a seguire il suo esempio. L’account Lercio, noto per le sue notizie irriverenti, ha annunciato: «[ULTIM’ORA] Di Maio propone Aristoteles come Ministro per lo Sport», facendo riferimento al film club “L’allenatore nel pallone” con protagonista lo stesso Lino Banfi. Francesco Giamblanco ha rilanciato: «Dopo #LinoBanfi all’UNESCO, il Governo annuncia: – Cassano all’Accademia della Crusca, – Don Matteo alla CIA, – la Dottoressa Giò all’Organizzazione Mondiale della Sanità, – Paolo Fox alla Nasa». Infine “l’indiscrezione” de il Gattopardo: «Annuncio di Di Maio: #LinoBanfi rappresenterà il governo nella commissione italiana per l’Unesco. Si sta pensando a un ruolo di rilievo anche per Alvaro Vitali».



© RIPRODUZIONE RISERVATA