PRECIPITA DA TERRAZZO PER SCAPPARE DA FIDANZATO/ Segregata per 4 giorni: “Un maniaco”

- Emanuela Longo

Giovane 26enne è precipitata a Milano da un terrazzo per scappare dal fidanzato violento che l’aveva sequestrata da quattro giorni

Violenta donna
Immagine di repertorio (Pixabay)

“Un maniaco ossessionato” e che tutte coloro che avevano purtroppo avuto modo di conoscerlo sapevano che sarebbe tornato a ‘colpire’: è così che viene descritto oggi a La Vita in Diretta il 40enne che ha segregato per giorni la 26enne fidanzata e che, per scappare da lui, si è schiantata nuda al suolo riportando gravi fratture tanto che al momento è in prognosi riservata. L’uomo non era sconosciuto infatti alle forze dell’ordine e solo dopo alcuni giorni di sevizie e soprusi si è scoperto cosa stava combinato tra quelle quattro mura. Nonostante il 40enne sembrava fosse cambiato, pare che fosse in cura e che soffrisse di sbalzi d’umore: la ragazza, che era a conoscenza del suo passato, aveva però scelto di vivere con lui e dargli fiducia. Eppure sui propri profili social il suo aggressore si definiva alla stregua di un Dio e considera le donne alla stregua di sue schiave: nel programma di Rai 1 è inoltre emerso che a una delle sue ex aveva strappato un neo con un coltello. (agg. di R. G. Flore)

SEGREGATA PER GIORNI IN CASA

Una giovane donna di 26 anni di Milano è precipitata dal terrazzo nel tentativo di scappare dal suo fidanzato che la teneva segregata in casa da giorni. E’ questa la nuova storia choc riportata oggi da TgCom24 e relativa all’inquietante racconto reso dalla ragazza alla polizia. La vittima di sevizie da parte del compagno, dopo essere stata soccorsa da una inquilina, è stata trasportata in ospedale dove le hanno diagnosticato numerose fratture tra cui al malleolo. L’uomo, un 40enne ora in stato di arresto, già in passato era stato coinvolto in un episodio molto simile ma era stato assolto dopo essere stato giudicato incapace di intendere e di volere. L’uomo, Giacomo Oldrati, secondo il racconto della 26enne dallo scorso sabato l’avrebbe sequestrata in casa. Lei per giorni avrebbe quindi vissuto in uno stato di puro terrore cercando di assecondare il ritmo altalenante dei suoi scompensi psichici, fino a quando, approfittando di un momento di distrazione, avrebbe tentato la fuga dalla finestra del secondo piano, approdando su un terrazzo inferiore ma perdendo l’equilibrio e precipitando poi dal primo piano, finendo così rovinosamente a terra.

PRECIPITA DA FINESTRA PER SCAPPARE DA FIDANZATO: LE VIOLENZE SUBITE

La relazione tra la 26enne e l’uomo 40enne ora arrestato sarebbe stata ostacolata fortemente dai genitori di lei. Ai suoi familiari lo scorso sabato mattina la donna aveva raccontato di essere uscita con un’altra persona mentre si trovava con il suo compagno. Dopo una passeggiata insieme, i due sarebbero rientrati in casa e qui si sarebbe compiuto il primo pestaggio. L’uomo l’avrebbe violentemente colpita con calci e pugni, prendendola per i capelli, schiaffeggiandola e afferrandola per la gola. La mattina seguente Oldrati sembrava essere nuovamente tornato in sé al punto da essere usciti insieme nuovamente per fare la spesa, ma al loro rientro si sarebbe verificata la seconda aggressione. Quando lo scorso lunedì i genitori della ragazza si sono recati in casa dell’uomo, era stata la figlia a chiedere loro di non disturbare. Quindi martedì il 40enne l’avrebbe costretta a entrare in una vasca di acqua ghiacciata e proprio in un momento di sua distrazione, la donna avrebbe tentato la fuga per poi precipitare, procurandosi una serie di fratture. Oldrati è stato tuttavia bloccato in casa dai poliziotti che hanno dovuto usare lo spray al peperoncino, ed ora dovrà rispondere delle accuse di sequestro di persona e lesioni personali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA