Prendere decisioni è difficile/ La causa è il Covid: tutto è incerto con la pandemia

- Chiara Ferrara

Prendere delle decisioni è sempre più difficile, anche a causa dell’avvento della pandemia di Covid: gli psicologi spiegano perché

prendere decisioni difficile
Foto di mohamed Hassan da Pixabay

Prendere delle decisioni è sempre più difficile, soprattutto ai tempi della pandemia di Covid-19. La circolazione del virus, infatti, ha reso incerta l’intera esistenza della popolazione. Gli aspetti della vita quotidiana che un tempo erano scontati, adesso, non lo sono più. È per questa ragione che in tanti si ritrovano a combattere con la “stanchezza decisionale”, ovvero uno stato di sovraccarico causato proprio da tali problematiche. A rivelarlo, in base a quanto riporta il Washington Post, è un team di psicologi statunitensi.

“Non c’è aspetto della pandemia che non ci abbia portato a prendere delle decisioni che non avevamo mai dovuto prendere prima”, afferma lo psicologo Barry Schwartz, autore del libro Il paradosso della scelta. “Le cose che prima non richiedevano alcun pensiero o sforzo ora richiedono molta pianificazione. Nel mondo col Covid-19 tutto è incerto”. Anche prendere un caffè con un amico, ad esempio, può diventare fonte di preoccupazione. Più il livello di rischio aumenta, di conseguenza, più è elevato lo stress. Quando entra in gioco la stanchezza decisionale, spiega l’esperto, non si riesce dunque più a scegliere razionalmente: si va verso la paralisi decisionale o l’esaurimento dell’autocontrollo. Nel primo caso si fa di tutto per evitare di scegliere, nel secondo si fanno sempre le stesse scelte oppure si fanno quelle che non sono in linea con i propri obiettivi e valori.

Prendere decisioni è difficile: come farlo razionalmente

Anche se prendere decisioni è difficile e nel corso della pandemia di Covid-19 non è raro incorrere in “stanchezza decisionale”, è possibile, secondo gli psicologi, seguire alcuni accorgimenti per evitarlo. Il primo consiglio, innanzitutto, riguarda il sonno. Riposare bene, sottolinea Roy Baumeister, “è estremamente importante in quanto incrementa la forza di volontà e favorisce il processo decisionale”. La qualità, sotto questo punto di vista, è più importante della quantità. È importante, inoltre, fermarsi quando ci si sente stressati durante il giorno, in modo da recuperare le energie. Fai attenzione ai segni di stanchezza decisionale e agisci di conseguenza.

Un altro trucco per evitare la stanchezza decisionale è quello di automatizzare le scelte più semplici e di routine. La mente, infatti, ha un limite: esiste un numero massimo di decisioni che è disposta a prendere nell’arco di una giornata. Una lista della spesa ben definita, con prodotti e marche, può aiutarti ad evitare la scelta davanti agli scaffali. Se senti di non farcela, ad ogni modo, puoi ricorrere ad una soluzione estrema. Assumi un consulente di scelta. Soprattutto si tratta di prendere decisioni importanti o particolarmente impegnative, “aiuta non essere soli”, afferma lo psicologo Baruch Fischhoff. Puoi chiedere assistenza ad un professionista o anche semplicemente ad un amico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA