Previsioni meteo: fitta nebbia in Val Padana/ Nuvole in aumento e piogge al Sud

- Emanuela Longo

Previsioni meteo per la nuova settimana in partenza: regna l’alta pressione. Nebbia fredda al Nord e nuvole in aumento nelle zone meridionali

meteo
Meteo, previsioni

Le previsioni meteo per questo inizio di nuova settimana annunciano nubi e pioggia in arrivo sull’Italia. Resta l’anticiclone sull’area mediterranea ma a causa della fragile alta pressione qualcosa potrebbe andare storto nel corso della settimana, quando secondo gli esperti de IlMeteo.it potrebbe aumentare la nuvolosità, rendendo la pioggia nuovamente protagonista. Già da oggi è possibile costatare qualche disturbo con nuvole al Sud e sui versanti adriatici del Centro Italia. Qualche pioggia debole potrebbe essere attesa nella parte centro meridionale della Calabria e nella zona nord orientale della Sicilia. Nelle restanti zone d’Italia il meteo continuerà ad essere sereno ad eccezione delle tradizionali nebbie che andranno a caratterizzate la Val Padana e qualche sporadica nube sul Nord Ovest per via di qualche infiltrazione di aria umida che potrebbe influenzare il meteo nella giornata di domani, martedì 14 gennaio. Secondo le ultime previsioni, non sono da escludere nuvole su Piemonte e piogge sparse in Liguria, mente nel Centro Sud dovrebbe prevalere il sole, così come sui rilievi alpini. La nebbia continuerà a persistere, oltre che in Val padana anche in alcune zone centrali come Toscana, Umbria e sud Sardegna.

PREVISIONI METEO: ALTA PRESSIONE ANCORA SULL’ITALIA

Sarà ancora l’alta pressione a caratterizzare grande parte della settimana, come evidenziano le previsioni meteo che sottolineano ancora la persistenza delle nebbie al Nord e in alcuni settori centrali. Nel dettaglio, stando alle previsioni rese note da Fanpage, per la giornata di oggi, lunedì 13 gennaio, le nuvole saranno ancora protagoniste al Sud con qualche pioggia che potrebbe riguardare la Puglia, la Calabria ionica e il versante orientale della Sicilia mentre nel resto del paese restano – soprattutto al settentrione – le fredde nebbie che tenderanno a non andare via neppure nelle ore pomeridiane. Sul fronte delle temperature, queste saranno in calo nelle regioni del Centro con le massime in netta diminuzione al Nord. Una situazione simile favorisce naturalmente il peggioramento della qualità dell’aria con alti livelli di smog che riguarderanno in particolare le grandi città, soprattutto Milano e Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA