Tifone Hagibis, Giappone/ Le vittime salgono a 19, chiesta evacuazione per 7 mln

- Carmine Massimo Balsamo

Tifone Hagibis, Giappone: sono salite a 19 le vittime provocate dalle piogge torrenziali che si sono abbattute sull’isola nipponica

tifone giappone
Tifone Giappone (Sky News)

Si aggrava come purtroppo era previsto, il bilancio dei morti provocato dal tifone Hagibis in Giappone. Come riferito dai colleghi di Repubblica, il numero delle vittime è salito da 10 a 19, con l’aggiunta di 16 dispersi, di conseguenza il computo risulta essere ancora parziale. Hagibis è il tifone più potente degli ultimi sessant’anni nella terra nipponica, e al momento ben 7 milioni di persone hanno ricevuto l’ordine di evacuazione, a seguito anche di una scossa di terremoto di magnitudo 5.7 registrata nella giornata di ieri. Rimane stabile invece il numero di feriti, sempre 130, ma come detto in apertura, la stima dei danni e delle vittime è purtroppo ancora parziale. “Il violento tifone ha causato immensi danni in lungo e in largo nel Giappone orientale”, le parole di Yoshihide Suga, portavoce del governo giapponese, aggiungendo che sono stati schierati ben 27mila fra soldati e soccorritori per aiutare la popolazione bisognosa. Il tifone ha portato con se piogge torrenziali, con inondazioni abbondanti e causando anche il cedimento di una diga, con il fiume Chikuma, che come già specificato nel focus qui sotto, ha inondato tutto ciò che incontrava sul suo cammino. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TIFONE HAGIBIS, GIAPPONE: 10 MORTI E 130 FERITI

Sono dieci le vittime provocate dal terribile tifone Hagibis, che nella giornata di ieri è giunto sul Giappone. Un bilancio, che come specificato dai colleghi dell’agenzia Ansa, risulta essere solo parziale, in quanto le autorità hanno fatto sapere che vi sono 16 persone che al momento risultano essere disperse. Inoltre, vi sono 130 feriti più notevoli danni agli edifici. Da ore sono in corso le operazioni di salvataggio nella zona centro-orientale dell’arcipelago nipponico, ed in particolare a nord di Nagano, dove il fiume Chikuma è straripato, allagando tutto il territorio circostante, con l’acqua che in certi punti ha addirittura raggiunto i cinque metri d’altezza, quasi come fosse un lago. E’ stato intanto riaperto l’aeroporto cittadino di Haneda, a Tokyo, anche se sono numerosi i voli delle principali compagnie aeree che risultano essere cancellati, soprattutto quelli interni. Funziona regolarmente invece il Shinkansen, il treno superveloce, così come la metropolitana. Regolare, infine, anche lo svolgimento del Gp del Giappone di Formula 1 sul circuito di Suzuka, fino a qualche ora fa a rischio. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TIFONE HAGIBIS, GIAPPONE: GP A RISCHIO?

Previsioni meteo tifone Giappone, scatta l’allarme per il ciclone tropicale Hagibis. Parliamo dell’evento naturale peggiore degli ultimi 60 anni, più devastante di quello che colpì il Paese asiatico nel 1958 e che causò più di 1200 morti. Registrati i primi decessi: secondo quanto riporta l’Agenzia Kyodo, un uomo è stato rinvenuto senza vita nella sua auto ribaltata a Ichitara, prefettura di Chiba. E le previsioni non portano buone notizie: piogge intense e raffiche di vento si abbatteranno nel corso delle prossime ore nelle regioni centrali e orientali del Giappone. Registrato anche un tornado in alcune aree della città: cinque feriti e ingenti danni a case e strutture. E non mancano i disagi per i viaggiatori. Nhk riporta che sono stati cancellati oltre 1600 voli e decine di treni. Dopo l’annullamento della sfida di rugby tra Nuova Zelanda e Italia, a rischio anche il Gran Premio di Formula 1 a Suzuka.

PREVISIONI METEO TIFONE GIAPPONE

Il tifone Hagibis è stato depotenziato a categoria 4 e al momento si trova alle coordinate 28.8N 137.5E, ovvero a circa 600km a sud della costa giapponese. Come riporta 3B Meteo, le raffiche di vento sfiorano i 260 km/h, in grado di sollevare onde alte fino a 14 metri. Attesi nubifragi e piogge torrenziali, con venti forti seppur indeboliti rispetto alle scorse ore. Tornano al Gran Premio di Suzuka, il team organizzativo è al lavoro per mettere in sicurezza tutto il materiale dei padiglioni dei team: rialzati i computer per evitare danni e predisposti generatori di energia per affrontare eventuali blackout. Attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore sullo sviluppo del tifone Hagibis, le autorità giapponesi sono al lavoro per evitare il peggio e mettere in sicurezza la popolazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA