PROBABILI FORMAZIONI INTER SHAKHTAR/ Diretta tv: Conte non cambia il suo attacco

- Mauro Mantegazza

Probabili formazioni Inter Shakhtar: diretta tv e notizie alla vigilia su moduli e titolari per la partita di Champions League decisiva nel girone B.

Inter gol
Probabili formazioni Inter Sassuolo (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI INTER SHAKHTAR: L’ATTACCO

Arrivando ora finalmente in attacco, le probabili formazioni di Inter Shakhtar Donetsk ci propongono un ricordo agrodolce per Romelu Lukaku e Lautaro Martinez. Entrambi autori di una doppietta nel meraviglioso 5-0 di metà agosto nella semifinale secca della scorsa edizione della Europa League, entrambi a secco invece a fine ottobre in una partita che l’Inter dominò ma senza mai trovare la via della rete, uno 0-0 che adesso rischia di pesare come un macigno sulla Champions League dei nerazzurri, che in caso di vittoria in Ucraina sei settimane fa adesso sarebbero molto più vicini alla qualificazione agli ottavi di finale. In ogni caso, Lautaro sta bene mentre Lukaku è a dir poco devastante, di conseguenza l’attacco non dovrebbe proprio essere un problema per l’Inter di Antonio Conte, che è il migliore del campionato di Serie A ma pure in Champions League sembra avere ripreso quota con le tre reti di Monchengladbach, teatro di una nuova doppietta di Lukaku. Se però contro lo Shakhtar fosse Lautaro a prendersi titoli e copertine, andrebbe naturalmente benissimo lo stesso per l’Inter… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INTER SHAKHTAR: IL CENTROCAMPO

Molto intriganti sono le notizie sul centrocampo per quanto riguarda le probabili formazioni di Inter Shakhtar Donetsk. Come abbiamo già accennato, in primo piano ci sono le fasce e le scelte che Antonio Conte farà in questo settore di campo per lui davvero fondamentale. Hakimi ha le capacità di spaccare una partita e dovrebbe dunque essere titolare, ma anche Darmian in questo momento è una garanzia. In mezzo al campo invece potrebbe rimanere ancora una certa cautela per Vidal, uscito sabato sera contro il Bologna a causa di un leggero fastidio ai flessori della coscia sinistra, che non dovrebbe essere nulla di grave ma resta naturalmente sotto controllo da parte dello staff sanitario dell’Inter. Molto importante è in ogni caso il rientro di Brozovic dopo la positività al Covid, il lancio per il primo gol di Hakimi è un manifesto perfetto in tal senso, se sarà necessario poi Antonio Conte sa di poter contare su un Gagliardini che è ormai un titolare aggiunto. Nelle ultime tre vittorie consecutive, l’ex Atalanta era sempre presente: questo vorrà pur dire qualcosa, non solo per il gol con il Sassuolo. (Aggiornamernto di Mauro Mantegazza)

INTER SHAKHTAR: IN DIFESA

Non dovrebbe davvero esserci alcun dubbio per Antonio Conte in difesa nello stilare le probabili formazioni per Inter Shakhtar Donetsk. I nerazzurri infatti domani sera a San Siro vivranno una serata fondamentale per il loro destino in Champions League e di conseguenza in difesa avremo Skriniar, De Vrij e Bastoni nella retroguardia a tre a protezione del portiere Handanovic. Non può di certo essere questa la partita in cui ipotizzare una qualche forma di turnover, anche se già sabato sera contro il Bologna i tre sono stati tutti titolari e solamente Bastoni è uscito nei minuti finali, per fare posto a D’Ambrosio. Se proprio ci sarà la necessità di far rifiatare qualcuno, se ne riparlerà domenica in campionato, ma ovviamente non domani sera. Per rimanere alla difesa, possiamo infine ricordare che il Dodo terzino destro dello Shakhtar Donetsk non è l’ex Roma e Inter, anche perché quest’ultimo è tornato in Italia con la Sampdoria dopo avere giocato in patria con Santos e Cruzeiro negli ultimi anni. Quello dello Shakhtar Donetsk è invece un classe 1998 che già da un paio di anni gioca in Ucraina, ennesima conferma del feeling tra lo Shakhtar e il Brasile. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CHI SCENDERÀ IN CAMPO?

Le probabili formazioni di Inter Shakhtar ci permettono di presentare la partita che domani sera sarà fondamentale per il destino dei nerazzurri in Champions League, dal momento che nel girone B tutto è ancora possibile. Di certo l’Inter è obbligata a vincere, come già settimana scorsa ha fatto sul campo del Borussia Monchengladbach: la squadra di Antonio Conte è in crescendo e ciò induce ottimismo, dopo la bella vittoria contro il Bologna, che è stata la terza consecutiva in campionato. Ora però bisogna completare l’opera contro lo Shakhtar Donetsk (squadra che ha pur sempre vinto due volte con il Real Madrid), sperando poi che tra spagnoli e tedeschi non finisca in parità. Di certo sarà una notte da seguire con la massima attenzione: scopriamo allora le notizie alla vigilia sulle probabili formazioni di Inter Shakhtar.

INTER SHAKHTAR IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

Ricordiamo nel fratempo che Inter Shakhtar sarà visibile in diretta tv domani sera solamente per gli abbonati alla televisione satellitare, che potranno seguire il match di Champions League su Sky Sport Uno (canale 201) e Sky Sport 252, oppure anche in diretta streaming video tramite il servizio offerto da Sky Go.

PROBABILI FORMAZIONI INTER SHAKHTAR

LE MOSSE DI CONTE

Le probabili formazioni di Inter Shakhtar ci portano subito a parlare di un dubbio sulle fasce per Antonio Conte: il devastante Hakimi visto contro il Bologna sarebbe intoccabile, ma nelle ultime uscite ha fatto benissimo anche Darmian, con il quale ci sarebbe anche più affidabilità in fase difensiva, dato che l’Inter non può permettersi errori. Dalla decisione sulla fascia destra potrebbe dipendere anche il titolare a sinistra: con Hakimi è favorito il più prudente Young, con Darmian invece si potrebbe magari osare di più con Perisic. Tutto il resto dovrebbe essere chiaro: Lukaku e Lautaro Martinez in attacco; Handanovic in porta e davanti a lui in difesa Skriniar, De Vrij e Bastoni; nel cuore del centrocampo Barella, Brozovic e Vidal, con Gagliardini prima alternativa che comunque gode della massima fiducia e sta facendo molto bene di recente, magari al posto del cileno se il fastidio di sabato mettesse Vidal in difficoltà.

LE SCELTE DI CASTRO

Luis Castro, allenatore degli ospiti, dovrebbe proporre un 4-2-3-1 come modulo di riferimento per gli ucraini nelle probabili formazioni di Inter Shakhtar Donetsk. Squadra capace di incassare dieci gol dal Borussia Monchengladbach ma anche di vincere due volte contro il Real Madrid, a San Siro lo Shakhtar dovrebbe proporre Trubin in porta; difesa a quattro con titolari da destra a sinistra Dodo, Bondar, Stepanenko e Vitao; in mediana la coppia composta da Matviyenko e Kovalenko. Infine in attacco il mix ucraino-brasiliano che ormai da diversi anni caratterizza lo Shakhtar Donetsk dovrebbe volgere decisamente verso il verdeoro, con Teté, Marlos e Taison sulla trequarti in appoggio a Moraes, favorito invece per il ruolo da centravanti.

IL TABELLINO

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Lukaku, Lautaro. All. Conte.

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Trubin; Dodo, Bondar, Stepanenko, Vitao; Matviyenko, Kovalenko; Teté, Marlos, Taison; Moraes. All. Castro.





© RIPRODUZIONE RISERVATA