PROBABILI FORMAZIONI VERONA INTER/ Diretta tv, l’ex Pazzini dalla panchina?

- Michela Colombo

Probabili formazioni Verona Inter: diretta tv e orario. Ecco le mosse dei due allenatori alla vigilia della sfida al Bentegodi, per la 31^ giornata di Serie A.

zaccagni skriniar verona inter lapresse 2019
Probabili formazioni Verona Inter (LaPresse)

Nella nostra panoramica sulle probabili formazioni di Verona Inter diamo adesso uno sguardo a quei giocatori che rischiano di partire dalla panchina ma potrebbero comunque essere protagonisti della sfida in programma domani sera allo stadio Bentegodi della città veneta. Per l’Hellas spicca certamente il grande ex Pazzini, che i tifosi dell’Inter ricordano con piacere non solo per l’esperienza in nerazzurro ma anche per la doppietta che rifilò alla Roma con la Sampdoria il 25 aprile 2010, agevolando il Triplete nerazzurro. Ora Pazzini è in ballottaggio con Di Carmine e Stepinski per il ruolo di prima punta nel Verona di Ivan Juric, dunque è difficile dire se potrà essere titolare, ma di certo spera di lasciare il segno in una partita che per lui non è come le altre. Per l’Inter potremmo citare Borja Valero, che rischia di partire dalla panchina ma è stato di recente citato da Antonio Conte come esempio di professionalità e di intelligenza calcistica superiore alla media: nelle tormentate vicende del centrocampo della Beneamata in queste tiratissime settimane estive, non ci stupirebbe dunque se ci fossero minuti preziosi anche per il veterano spagnolo, ex della Fiorentina. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ATTACCO

Le probabili formazioni di Verona Inter ci riservano sicuramente spunti d’interesse anche a centrocampo, dove sono particolarmente attese le mosse di Ivan Juric e Antonio Conte. In casa Inter infatti i problemi si concentrano proprio in questo settore del campo: recuperati Brozovic e Vecino, si è fermato Barella che va ad aggiungersi a Moses e al lungodegente Sensi, dunque è inevitabile che i cambiamenti si succedano a ciclo continuo nella mediana nerazzurra. Brozovic dovrebbe dunque essere titolare, approfittando anche del fatto che con il posticipo al giovedì ci sarà un giorno in più di stacco rispetto al precedente impegno con il Bologna, resta però da capire chi giocherà al fianco del croato fra Gagliardini, Vecino e Borja Valero. Sulla fascia destra non dovrebbero esserci dubbi su Candreva, sia perché è stato fra i migliori contro i rossoblù sia per i problemi di Moses, mentre sulla corsia mancina sono in ballottaggio Young e Biraghi. Nel centrocampo dell’Hellas invece dovrebbe essere tutto chiaro, con l’ex Faraoni titolare come esterno destro, Lazovic sull’altra fascia e in mezzo a loro la coppia centrale con Miguel Veloso in cabina di regia, affiancato da Pessina. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA DIFESA

Porte girevoli nella difesa nerazzurra per quanto riguarda le probabili formazioni di Verona Inter. Rientra dalla squalifica Skriniar, ma per lo stesso motivo si ferma questa volta Bastoni e di conseguenza fra i due ci sarà una sorta di “staffetta”, senza dimenticare che è stato squalificato pure D’Ambrosio e questo fa sì che dovremmo rivedere quello che ad inizio campionato doveva essere il terzetto titolare davanti ad Handanovic, cioè quello composto appunto dal rientrante slovacco (che sarà fresco dopo tre giornate di squalifica) con De Vrij e Godin. L’uruguaiano come noto ha perso terreno nelle gerarchie di Antonio Conte, ma in questo finale di campionato magari potrebbe dare il suo contributo per ridare solidità alla difesa dell’Inter che non sta convincendo molto ed è rimasta imbattuta solamente nella goleada contro il Brescia. D’altro canto, fatte le debite proporzioni, va detto che anche la difesa del Verona non appare più solida come lo era stata per molti mesi prima del lockdown: pure l’Hellas subisce un po’ troppo in queste ultime giornate e la sfida di San Siro sarà un bel test per Kumbulla (nel mirino di mercato anche dell’Inter) e per i suoi compagni di reparto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE NOTIZIE ALLA VIGILIA

Si giocherà solo domani sera alle ore 21.45 e tra le mura del Marc’Antonio Bentegodi, il big match che chiude la 31^ giornata della Serie A tra Verona e Inter e siamo ovviamente impazienti di conoscere quali saranno le mosse di Juric come di Conte per le probabili formazioni del match. La sfida infatti non si annuncia affatto semplice, ma i tre punti messi in palio sono di grandissimo peso: i nerazzurri infatti devono risollevarsi dall’ultimo KO rimediato con il Bologna pochi giorni fa, ma per fissare le probabili formazioni di Verona e Inter, Conte dovrà fare i conti con pesanti assenze in difesa e a centrocampo. Pure è allarme nell’infermeria dell’Hellas, ma Juric dovrà comunque mettere in campo il miglior 11 possibile per affrontare una big come è la Beneamata e non perdere il treno che può portare all’Europa. Andiamo allora a controllare da vicino le mosse e i dubbi dei due allenatori per le probabili formazioni di Verona Inter, alla vigilia del grande match.

INFO STREAMING E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL MATCH

Segnaliamo a tutti gli appassionati che domani sera, la sfida tra Verona e Inter sarà disponibile in esclusiva su Sky: la diretta tv sarà dunque offerta dalle ore 21.45 sui canali Sky Sport Uno 8201) e Sky Sport Serie A (202). Confermata la diretta streaming video della partita per tutti gli abbonati, tramite il noto servizio Sky Go.

LE PROBABILI FORMAZIONI VERONA INTER

LE MOSSE DI JURIC

Per affrontare il gigante nerazzurro, Juric dovrebbe disporre i suoi domani sera in campo al Bentegodi seguendo il classico 3-4-2-1, dove però potremmo osservare qualche novità rispetto agli ultimi schieramenti, già in mediana. Qui infatti potrebbe farsi rivedere dal primo minuto Amrabat, di ritorno dall’ultimo acciacco muscolare, magari in compagnia di Veloso, Lazovic e Faraoni: dovrebbe invece mancare Badu, che ha rimediato una brutta ferita nella sfida con il Brescia pochi giorni fa. In difesa pure il tecnico potrebbe concedere domani un turno di riposo all’altrimenti titolatissimo Rrahmani: con Kumbulla e Gunter potrebbe dunque farsi vedere Empereur. Sono ballottaggi aperti infine in attacco, data l’ampia disponibilità nella panchina scaligera: al momento Pessina pare confermato, ma sull’esterno Zaccagni rischia la maglia da titolare con Verre e Di Carmine, prima punta, è a duello con Stepinski.

LE SCELTE DI CONTE

Dovrebbe invece essere il 3-4-1-2 il modulo di riferimento di Conte per disegnare le probabili formazioni di Verona e Inter dove, come abbiamo segnalato prima, pure mancheranno alcuni giocatori di peso. Questo già in difesa: qui infatti risultano squalificati dal giudice sportivo D’Ambrosio e Bastoni e dunque, per forza di cose domani al Bentegodi saranno titolari Godin, Skriniar e De Vrij. Sono pure mosse quasi obbligate per il tecnico nel centrocampo a 4, visto che Vecino non è apparso ancora pronto a tornare in campo e pure si sono fermati Moses e Barella. Nel reparto centrale dunque dovremmo domani vedere Brozovic in compagnia di Gagliardini, con la coppia Candreva-Young posta in corsia e il danese Eriksen pronto a fare da titolare sulla trequarti. In attacco rimane ovviamente confermato dal primo minuto Lukaku, ma al fianco del belga è ballottaggio aperto tra Lautaro Martinez e Alexis Sanchez.

IL TABELLINO

VERONA (3-4-2-1): 1 Silvestri; 33 Empereur, 24 Kumbulla, 21 Gunter; 5 Faraoni, 34 Amrabat, 4 M Veloso, 88 Lazovic; 20 Zaccagni, 32 Pessina; 10 Di Carmine All. Juric

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 2 Godin, 6 De Vrij, 37 Skriniar; 87 Candreva, 77 Brozovic, 5 Gagliardini, 15 Young; 24 Eriksen; 10 L Martinez, 9 Lukaku All. Conte

© RIPRODUZIONE RISERVATA