RAFFAELE PAGANINI/ “Sono stato molto corteggiato, più dagli uomini che dalle donne”

- Elisa Porcelluzzi

Chi è Raffaele Paganini, ballerino e coreografo, ha iniziato a ballare a 14 anni e non ha più smesso. Una lunga carriera: dalla danza classica al musical.

Raffaele Paganini Raffaele Paganini a Vieni da me

Raffaele Paganini, ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno, ricorda che fare il ballerino non era il suo sogno: “Volevo fare lo steward non il ballerino. Io volevo volare, con questa divisa da fig*… A me la danza non convinceva più di tanto, poi mi padre un giorno mi prese di peso e mi portò a scuola di danza.” Da lì l’inizio di un grandissimo successo che non l’ha però allontanato dalla famiglia: “Sono riuscito ad essere un papà presente, avevo tanti contratti in giro per il mondo ma tornavo sempre subito a casa”. E sugli amori: “Corteggiato tantissimo, più dagli uomini che dalle donne. Mia moglie era gelosa, io assolutamente no. Col tempo siamo stati bravi a gestirla: o ti fidi o impazzisci. Quindi all’inizio ti fidi un po’ per forza poi capisci che lo fai perché è giusto.” (Aggiornamento di Anna Montesano)

Chi è  Raffaele Paganini?

Raffaele Paganini è uno dei più grandi ballerini e coreografi italiani. Settimo di undici fratelli, Paganini nasce a Roma il 28 settembre 1958 in una famiglia di artisti: la madre è una cantante lirica, il padre ballerino classico. Segue le orme paterne, ma si avvicina alla danza a 14 anni frequentando la scuola di ballo del Teatro dell’Opera di Roma. “Ho iniziato gli studi di danza tardi, all’età di quattordici anni, e per questo ho fatto molti sacrifici per raggiungere il livello dei miei compagni di scuola”, ha raccontato il ballerino. Dopo solo 4 anni entra a far parte del corpo di ballo in qualità di solista prima e di étoile poi. Come étoile ospite ha balla to con svariate compagnie nazionali e internazionali, come London Festival Ballet, Opera di Zurigo, Teatro alla Scala di Milano e Teatro San Carlo di Napoli. Nel corso della sua carriera ha avuto l’onore di ballare con Carla Fracci.

Raffaele Paganini: l’incontro con il musical

Raffaele Paganini, dopo un avvio di carriera totalmente improntato al balletto classico, ha decido di portare la danza in televisione. Ha preso parte a trasmissioni di successo come “Fantastico 2″, “Europa Europa”, “Pronto chi Gioca?” E “Il cappello sulle ventitré”. Paganini ha anche recitato in numerosi musical: “Un Americano a Parigi” (1995/96), “Cantando Sotto la Pioggia” (1996/97, 2001), “Sette Spose per Sette Fratelli” (1998, 2000), solo per citarne alcuni. In quesi spettacoli ha collaborato con grandi artisti come Rossana Casale, Tosca, Chiara Noschese e Manuel Frattini. “L’incontro con il musical è stato un caso… è arrivato nel momento giusto, quando avevo già un’età per cominciare a pensare ad un futuro non solo come danzatore classico”, ha rivelato sul sito Danza Dance. Nel 2006 Raffaele Paganini ha fondato la Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Programmi tv

Ultime notizie