Ragusa, disabile ripreso in strada mentre muore/ Video su social anziché chiamare 118

- Silvana Palazzo

Ragusa, un disabile di 60 anni ha malore in strada e cade da carrozzina: ripreso mentre muore. Anziché chiamare il 118 pubblicano il video sui social: scatta denuncia

verona
Immagine di repertorio (LaPresse)

Un disabile cade dalla carrozzina e anziché essere soccorso viene ripreso mentre muore. A questo orrore se ne aggiunge un altro: il video girato viene pubblicato sui social. Ormai la morte è uno show da mostrare ai follower, che evidentemente per qualcuno valgono più di dignità e rispetto. Quanto vi raccontiamo è accaduto a Vittoria, dove un uomo è stato vittima di un incidente nel centro del paese in provincia di Ragusa. Forse a causa di un malore, il 60enne è caduto dalla carrozzina. Lì presenti alcune persone, che non hanno avuto neppure il pensiero di aiutarlo e rendersi utili allertando il 118. Hanno preferito prendere il cellulare e filmare tutto. In poco tempo si è creato un piccolo assembramento di persone che hanno suscitato l’attenzione dei vigili urbani. Sono stati proprio gli agenti della Polizia locale a chiedere l’intervento del 118. Quando però sono arrivati i soccorsi per l’uomo era ormai troppo tardi: era morto.

DISABILE RIPRESO MENTRE MUORE: SCATTA DENUNCIA

Neppure l’intervento dei vigili urbani ha fatto desistere le persone ivi presenti, che dopo aver registrato il disabile a terra hanno pubblicato video e immagini sui social. La vicenda è stata poi appresa dai familiari della vittima, evidentemente avvertiti da qualcuno che aveva notato sui social i filmati, quindi è scattata la denuncia. L’episodio non poteva non suscitare dure reazioni, in primis quella della famiglia del disabile. Non è ancora chiara la causa del suo decesso, ma un aiuto tempestivo poteva forse salvargli la vita o quantomeno permettergli di lottare per sopravvivere a quel malore che lo aveva colto improvvisamente in via Cavour. Invece ha dovuto fare suo malgrado i conti con soggetti che non hanno rispetto neppure per dolore e morte, figurarsi per il prossimo. Quel cellulare, che andava usato per allertare i soccorsi, è stato invece usato come arma per produrre altro dolore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA