Rally Turchia 2019/ Info streaming video diretta tv: in testa c’è sempre Lappi

- Mauro Mantegazza

Diretta Rally Turchia 2019 info streaming video e tv. Il finlandese Lappi chiude la giornata al comando della classifica (oggi venerdì 13 settembre).

rally polvere curva
Diretta Rally 2019 (Foto LaPresse)

Cala il sipario sul venerdì del Rally Turchia 2019, al termine delle tre prove speciali del pomeriggio la classifica generale continua a parlare finlandese con Esapekka Lappi al comando in 1h59’53”7. Risale Sebastien Ogier, il francese infatti adesso occupa la seconda posizione con un ritardo di 17”7 dal leader della generale. Otitme notizie anche per il belga Thierry Neuville, risalito fino alla terza posizione a meno di un secondo da Ogier. Neuville sorride anche perché il suo avversario per il Mondiale Wrc, cioè Ott Tanak, è appena ottavo a 1’37”4 da Lappi. In calo rispetto a questa mattina è invece il norvegese Andreas Mikkelsen, il quale adesso è quinto allea spalle anche di Teemu Suninen, quarto e secondo dei finlandesi. Ricordiamo infine che le tre prove speciali del pomeriggio sono state vinte nell’ordine dal britannico Kris Meeke, dallo stesso Neuville e dallo spagnolo Dani Sordo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE IL RALLY TURCHIA 2019

Segnaliamo che per quanto riguarda le prove speciali in programma oggi, il Rally Turchia 2019 non sarà trasmesso in diretta tv in Italia; si può però segnalare la diretta streaming video sul servizio a pagamento WRC+ All Live, canale ufficiale del campionato che offre tutte le dirette delle speciali e gli approfondimenti del caso; inoltre la piattaforma DAZN proporrà alcune finestre di diretta durante l’arco della giornata. Consigliamo comunque a tutti gli appassionati anche di collegarsi al sito ufficiale del mondiale Wrc all’indirizzo www.wcr.com, dove sarà a disposizione il live timing delle prove e tutti gli ultimi aggiornamenti dalla Turchia.

LAPPI AL COMANDO

Completate le tre prove speciali del mattino, il Rally Turchia 2019 parla finlandese con Esapekka Lappi al comando della classifica in 1h00’52”8 e poi anche Jari-Matti Latvala al terzo posto a 13” dal connazionale, alle spalle del norvegese Andreas Mikkelsen, il quale invece detiene la piazza d’onore a 9” da Lappi. Latvala ha vinto ben due delle tre prove speciali disputate nelle ultime ore nei dintorni di Marmaris, un successo invece per Lappi che però è stato il più costante nel rendimento, così come Mikkelsen che non ha mai vinto ma è sempre stato a ridosso del vertice. Bene anche Sebastien Ogier, quarto a 15”1 e primo dei “non nordici” davanti a un altro finlandese, perché al quinto posto c’è Teemu Sunninen a precedere Ott Tanak e Thierry Neuville, i due rivali iridati che però al momento sono solamente sesto e settimo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE RALLY TURCHIA 2019

Entra oggi nel vivo il Rally Turchia 2019, undicesimo appuntamento con il Mondiale Wrc 2019 che si avvicina così alle battute finali – in totale sono 14 i rally iridati previsti in questo Campionato 2019. L’appuntamento è sulle strade sterrate attorno alla città di Marmaris, nella regione dell’Egeo; il Rally di Turchia ha acquisito importanza a partire dal 2003, quando fu inserito per la prima volta nel calendario del Mondiale WRC, poi a dire il vero ha subito altre interruzioni e solo dall’anno scorso è tornato nel calendario iridato. Nel 2018 vinse l’estone Ott Tanak, che adesso è al comando della classifica del Mondiale Piloti grazie alla doppietta di vittorie negli ultimi due appuntamenti, prima in Finlandia e poi in Germania. Di conseguenza ecco che al comando troviamo appunto Tanak con 205 punti, seguito da Thierry Neuville a quota 172.

RALLY TURCHIA 2019: IL PERCORSO DI OGGI

La giornata si oggi, venerdì 13 settembre, sarà decisamente intensa per tutti i protagonisti del Rally Turchia 2019, che dovranno affrontare ben sei prove speciali. Il mattino in terra turca comincerà con la prova speciale di Icmeler 1 (24,85 km), con la partenza del primo concorrente che è in programma alle ore 7.08 italiane (indicheremo sempre gli orari italiani), poi ecco la prova di Cetibeli 1 che misura ben 38,15 km dalle ore 8.31 e ancora la prova speciale di Ula 1 (16,57 km), che chiuderà la mattinata con partenze dalle ore 9.54. Dopo la pausa di metà giornata, nel pomeriggio verranno ripetute queste stesse tre prove speciali, dunque nell’ordine saranno da affrontare le prove speciali di Icmeler 2, Cetibeli 2 e Ula 2, a partire dalle ore 13.17, naturalmente con gli stessi chilometraggi già indicati per le prove mattutine dal momento che i percorsi da affrontare saranno i medesimi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA