Rave cristiano, Papa Francesco telefona a don Madonna/ “Bravo, tienimi informato”

- Alessandro Nidi

L’eco del primo rave cristiano ha raggiunto anche Papa Francesco, che ha telefonato a don Michele Madonna per complimentarsi con lui e chiedergli ulteriori dettagli…

rave for christ 640x300
Un momento del rave for Christ (pagina Facebook parrocchia Santa Maria di Montesanto)

Il “rave cristiano” ideato da don Michele Madonna ha conquistato tutti, anche Papa Francesco. Il Santo Padre è rimasto profondamente colpito dall’iniziativa del 48enne parroco napoletano della comunità di Santa Maria di Montesanto, il quale, attraverso la musica e l’aggregazione ha trovato una nuova formula utile a fare sì che le nuove generazioni comincino ad avvicinarsi alla Chiesa e alla Fede. Il sacerdote ha individuato nel linguaggio delle sette note, dei remix e della dance l’idioma più affine alla cultura giovanile del giorno d’oggi e ha deciso di fare leva su quest’aspetto per arrivare ai più giovani.

D’altro canto, don Madonna è un ex dj, figlio del proprietario di una discoteca, e al suo primo rave cristiano, andato in scena nel mese di luglio, hanno preso parte centinaia di ragazzi, che si sono letteralmente scatenati sulla musica cristiana remixata in chiave disco e inframmezzata da alcuni attimi di preghiera. Una sorta di “Sister Act” en plein air, dove, in luogo delle voci di Suor Maria Claretta e del suo coro, hanno trovato spazio la console e le danze.

DON MICHELE MADONNA, PAPA FRANCESCO SI COMPLIMENTA CON LUI PER IL RAVE CRISTIANO

In particolare, nel corso della conversazione con don Michele Madonna – riferisce “Vanity Fair” – Papa Francesco avrebbe domandato a quest’ultimo di spiegargli nel dettaglio l’iniziativa del rave cristiano, pregandolo successivamente di informarlo su tutte le sue iniziative future. D’altro canto, a don Madonna l’inventiva non manca, tanto che prima del rave cristiano aveva financo lanciato un sondaggio online attraverso un QR Code per indagare i gusti musicali preferiti dai “suoi ragazzi”, realizzando anche flyer da distribuire e curandone approfonditamente la grafica.

E i cocktail? Presenti anche quelli, come in una vera discoteca a cielo aperto, ma ovviamente analcolici. C’è stata anche l’adorazione eucaristica ed è stata data a tutti la possibilità di confessarsi. Insomma, parlare di successo per il rave cristiano di don Madonna è tutto fuorché inappropriato e anche sui social media sono stati maggiori i commenti positivi rispetto a quelli di critica.





© RIPRODUZIONE RISERVATA