Risultati esame avvocato 2018-19/ Caos a Napoli, boom di promossi in Umbria

- Niccolò Magnani

Risultati Esame Avvocato 2018-2019, gli esiti pubblicati sui siti delle Corti d’Appello: online dati Roma e Napoli

scudetto 2006 inter juventus
Immagine di repertorio

Non si placano le polemiche a Napoli per i risultati dell’esame avvocato 2018-2019. Due candidati su tre non sono stati ammessi all’orale, sebbene il trend sia migliorato rispetto agli scorsi anni: altissima la percentuale di bocciati, con la rivolta sul web che non accenna a placarsi. Passando agli altri esiti dell’esame nazionale, buone notizie per l’Umbria: come riporta Perugia Today, il 57.09% dei candidati ha superato lo scritto. Su 289 iscritti passano in 165, dunque, risultato decisamente migliore rispetto a quello della sessione 2017-2018, che registrò con 323 candidati e 125 promossi (il 38.69%). Attesi aggiornamenti nel corso dei prossimi giorni, anche se appare sempre più probabile una corsa al ricorso al Tar contro la bocciatura: ricordiamo che è possibile farlo entro il termine tassativo di 60 giorni dalla pubblicazione dei risultati e per il tramite di un avvocato specializzato in diritto amministrativo, riporta Money.it. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

RISULTATI ESAME AVVOCATO: 2000 BOCCIATI A NAPOLI

I risultati dell’esame di avvocato 2018-19 fanno infuriare i candidati di Napoli, da dove è partita una rivolta virtuale. Più della metà non ce l’ha fatta a superare la prova scritta che si è tenuta lo scorso dicembre nel capoluogo campano. Nonostante ciò il trend è positivo, se si considerano i record di bocciati degli scorsi anni, ma resta il problema di una prova scritta che continua a rappresentare un incubo per molti a Napoli. A superare l’esame scritto è stato il 39,70 per cento dei candidati, con una valutazione che quindi ha lasciato a casa oltre il 60 per cento dei praticanti. Quindi due candidati su tre non sono riusciti a passare all’orale. Sono stati circa 2.200 i bocciati secondo i risultati dell’esame avvocato 2018/2019 di Napoli, a fronte dei 3.600 partecipanti iniziali. E quindi siamo di fronte ad esiti tutt’altro che positivi. Non sono mancate le polemiche sul web, esattamente come accaduto negli anni passati. (agg. di Silvana Palazzo

RISULTATI ESAME AVVOCATO: VENEZIA, 518 AMMESSI ALL’ORALE

Risultati esame avvocato 2019, arrivano nuovi esiti sul test scritto della sessione. Come riportano i colleghi di Altalex, sono 518 i candidati che hanno superato la prova presso la Corte di Appello di Venezia. Come riportato dalla Segreteria dell’Ufficio Esame Avvocati della Corte di Appello di Venezia, a sostenere le prove scritte si sono presentati in 1107: la percentuale di ammessi è pari al 46,79 per cento, superiore rispetto a quella della sessione precedente. Ricordiamo che, in base all’abbinamento delle sedi, gli elaborati dei candidati sono stati corretti dalla Corte di Appello di Palermo. 100, invece, i candidati che hanno superato le prove scritte dell’esame di avvocato presso la Corte di Appello di Caltanissetta: la percentuale di ammessi pari al 43,66 per cento, con il test sostenuto da 229 candidati. In questo caso, gli elaborati dei candidati sono stati corretti dalla Corte di Appello di Potenza. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

RISULTATI ESAME AVVOCATO: GLI ESITI DI LECCE

Sono 225 i candidati che hanno superato le prove scritte della sessione 2018 dell’esame di avvocato presso la Corte di Appello di L’Aquila. Lo fa sapere la Segreteria dell’Ufficio Esame Avvocati della corte aquilana. Le prove scritte sono state sostenute da 446 candidati, quindi la percentuale di ammessi è pari al 50,44 per cento, un risultato migliore rispetto a quello della sessione precedente. E sono state esaminate dalla Corte di Appello di Reggio Calabria. A Lecce invece il numero dei candidati che hanno superato le prove scritte, corrette dalla Corte di Appello di Firenze, è di 302, ma in questo caso a provarci erano 703 candidati, quindi la percentuali di ammessi è del 42,95 per cento. Per quanto riguarda Milano, che manca all’appello, la previsione di Formazione Giuridica è del 42-43 per cento dei promossi. Ma si attendono i risultati ufficiali per avere un riscontro preciso e definitivo. (agg. di Silvana Palazzo)

RISULTATI ESAME AVVOCATO: ATTESA PER MILANO

Alla spicciolata, pian piano, stanno venendo pubblicati sui siti delle Corti d’Appello di tutte le principali città d’Italia i risultati tanto attesi dell’Esame Avvocato 2018-2019 (le prove scritte sono state nel dicembre dello scorso anno, gli orali come da tradizione saranno tra fine agosto, settembre ed inizio ottobre). Ormai l’elenco degli ammessi all’orale è noto praticamente in tutte le Corti d’Appello tranne quella di Milano dove un maggior numero di praticanti avvocato ha provato l’ingresso nell’Ordine Avvocati e le prove da correggere sono in media in maggior quantità rispetto alle altre Procure. Una volta giunta anche la pubblicazione sull’area personale che ogni candidato potrà controllare anche per la Corte d’Appello di Milano il prossimo e ultimo step sarà l’esame orale che avverrà nei prossimi mesi. Ieri la Corte d’Appello di Roma ha pubblicato i risultati e questa mattina anche Napoli ha provveduto agli esiti finali delle prove scritte: in serata anche Milano dovrebbe aver completato il tutto e a quel punto tutti i candidati all’Esame Avvocato 2018-2019 saranno informati circa gli esiti delle proprie prove scritte.

RISULTATI ESAME AVVOCATO: PERCENTUALI DEGLI AMMESSI

Una piccola nota a margine, come noto le correzioni delle prove scritte vengono “scambiate” dalle varie Corti d’Appello: ovvero una città corregge le prove di un’altra città e così via con gli abbinamenti stabiliti a fine anno dopo la produzione delle prove scritte dell’Esame Avvocato. Ebbene, quest’anno i compiti romani sono stai valutati da Milano, le prove di Milano da Napoli e i compiti di Napoli da Roma, dunque la piccesola “tirata d’orecchi” per il ritardo accumulato nella pubblicazione degli esiti andrà fatta alla Corte d’Appello campana, come sottolineano diversi proto-avvocati sui social in queste ore. Il sito Formazione Giuridica ha invece svolto un’interessante grafico dove mostra le percentuali degli ammessi all’orale sul totale dei candidati di ogni singola Corte d’Appello: mancano ancora i dati su Roma, Milano e Napoli, ma per tutte le altre città si può già cominciare a fare i calcoli sulle percentuali, con i singoli candidati che invece potranno consultare il loro specifico voto andando sull’area riservata del portale online della specifica Corte d’Appello. Picchi positivi a Bari (49% di ammessi), Campobasso (54%), Catania (52%), Messina (53%), Perugia (57%), Salerno (56%); esami invece più ostici a Trieste (29% di ammessi), Trento (37%), Genova (27%), Bologna (37%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA