ROBERTO ANSELMI FIACCHINI, FIGLIO ADOTTIVO RENATO ZERO/ Rottura con Emanuela, poi..

- Emanuele Ambrosio

Roberto Anselmi Fiacchini è il figlio adottivo di Renato Zero, il cantautore romano protagonista di “Zero Il Folle” su Canale 5

Roberto Anselmi Fiacchini, figlio adottivo Renato Zero

Nella serata evento dedicata a Renato Zero su Canale 5, in occasione del suo settantesimo compleanno, non si può non parlare di Roberto Anselmi Fiacchinifiglio adottivo del cantante romano. Non si hanno molte informazione su Roberto Anselmi Fiacchini, che ha sempre preferito restare alla larga dai riflettori, eccezion fatta per un’esperienza in tv nel 2012. Il figlio adottivo di Renato Zero è stato sposato con Emanuela Vernaglia, con la quale ha messo al mondo due figlie Ada e Virginia, la prima di quindici anni e la seconda di quattordici. La Vernaglia, dopo la separazione, avrebbe denunciato il compagno per alcuni episodi violenti, accuse dalle quali il figlio di Zero è stato assolto. L’uomo, come dicevamo, ha anche preso parte ad un’edizione de L’Isola dei famosi nel corso del 2012, nonostante il padre fosse contrario. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Roberto Anselmi Fiacchini, figlio adottivo di ‘Zero Il Folle’

Roberto Anselmi Fiacchini è il figlio adottivo di Renato Zero, il cantautore romano protagonista del concerto – evento “Zero Il Folle” trasmesso martedì 29 settembre 2020 in prima serata su Canale 5. In occasione del 70esimo compleanno del re dei sorcini, Canale 5 ha pensato bene di celebrare uno degli artisti più importanti della storia della musica italiana trasmettendo il concerto dello scorso anno che Zero ha tenuto presso il Forum di Assago a Milano. Roberto è arrivato nella vita di Renato in un modo davvero casuale. A raccontarlo proprio l’artista romano che, intervistato dal settimanale Grazia parlando del primo incontro con quello che sarebbe poi diventato suo figlio adottivo ha detto: “io ero al cinema, e noto questo ragazzino. Mi ha raccontato la sua storia: il padre era morto e la madre malata. Sono sempre stato vicino ai ragazzi degli orfanotrofi. Cominciai a seguire Roberto. Quando è stato possibile, l’ho subito adottato”. Una decisione importante quella di Zero che è stata, manco a dirlo, anche criticata, ma l’artista da sempre controcorrente ha seguito il suo cuore adottando Roberto all’età di 30 anni.

Renato Zero: “Roberto Anselmi Fiacchini? Non volevo restare solo”

Non solo, Renato Zero parlando proprio del figlio adottivo Roberto Anselmi Fiacchini ha anche aggiunto: “non volevo restare solo. Ho sempre desiderato qualcosa di mio, anche se non si sarebbe potuto trattare di trasmissione di Dna. Volevo che ci fosse una continuazione, che si potesse garantire a qualcun altro l’appoggio, la complicità, l’affetto”. Oggi Renato e Roberto sono non solo padre e figlio, ma anche amici e complici seppur l’artista ci abbia sempre tenuto a sottolineare di non averlo mai condizionato nelle scelte di vita. La fama di figlio di ha permesso a Roberto di partecipare anche alla settima edizione de “L’Isola dei Famosi” condotta da Simona Ventura su Rai 2 anche se la sua presenza in Honduras è durata quanto un gatto in tangenziale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA