Rocco Basilico, chi è?/ Erede testamento Leonardo Del Vecchio in Luxottica dal 2013

- Alessandro Nidi

Rocco Basilico è un erede del testamento di Leonardo Del Vecchio, patron di Luxottica: chi è? Una carriera iniziata molto presto…

Rocco Basilico 640x300
Rocco Basilico (foto: Instagram)

Rocco Basilico è uno degli otto eredi inclusi nel testamento di Leonardo Del Vecchio, a cui è spettato il 12,5% di Delfin. Si tratta del primo figlio della moglie, Nicoletta Zampillo, e ha saputo ben presto farsi strada nel mondo dell’imprenditoria. La rivista “Forbes”, nel 2017, lo ha inserito fra i trenta ‘Under 30 -Art & Style’ e oggi Rocco Basilico è chief wearables officer di Luxottica e ad di Oliver Peoples. Il suo debutto nell’azienda “di famiglia”, la Luxottica appunto, avvenne nell’anno 2013 e da quell’istante passarono appena tre anni prima che il ragazzo si assumesse la responsabilità di guidare Oliver Peoples, marchio del lusso californiano acquisito da Luxottica nel 2007.

Basilico nel 2020 divenne chief wearables officer del colosso degli occhiali e, come si può notare nel suo curriculum vitae, nel tempo il suo percorso è stato impreziosito da alcune collaborazioni di nicchia, come quella con Brunello Cucinelli per Oliver Peoples e quella, decisamente più clamorosa, con Mark Zuckerberg, padre di Facebook (o Meta, che dir si voglia). Ma questa è una storia che merita un paragrafo a parte.

ROCCO BASILICO E LA SUA COLLABORAZIONE CON MARK ZUCKERBERG

Come riferito da Quotidiano Nazionale, tra Rocco Basilico e Zuckerberg tutto ha avuto inizio per mezzo di uno scambio di e-mail: “Ho scritto a Mark presentandomi e lui mi ha risposto molto velocemente, dopo un paio di giorni”, ha raccontato il giovane. Dopodiché, sono fiorite alcune idee sul tavolo e quella che ha preso il sopravvento è denominata “smart glasses“, della cui divisione Basilico è capo in Luxottica.

Con Leonardo Del Vecchio, ha asserito Rocco Basilico, “parlavamo quasi solo di Luxottica. La fabbrica era il suo amore più grande, ma non era una questione di successo o di soldi. Era la sua missione in questo mondo. Lui voleva creare il più grande gruppo italiano, dare lavoro e serenità a decine di migliaia di famiglie che sapevano di poter contare su un lavoro sicuro. La sua famiglia è molto più grande di quella biologica”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA