ROMINA POWER/ “Una volta prendemmo l’LSD in Giordania con Re Hussein…”

- Mirko Bompiani

Tra carriera e vita privata, Romina Power a tutto tondo: “Catcalling? Mi dava fastidio perchè perdevo la mia privacy. Io sono sempre stata libera”

romina power
(Oggi è un altro giorno)

“Una volta abbiamo preso l’LSD in Giordania”: così, senza mezzi termini, Romina Power nel corso dell’intervista a Oggi è un altro giorno. La celebre artista ha ripercorso l’episodio avvenuto durante un soggiorno dal re Hussein, insieme alla madre e alla sorella: “Era amico di mia madre, ci aveva invitato lì, ci accompagnò a vedere Petra, il suo palazzo nel Mar Morto. Era tutto bellissimo, perfetto. Ogni sera ci faceva vedere una proiezione di un film nel suo teatro privato”.

Romina Power ha poi aggiunto: “Siamo andate sulla spiaggia a vedere le stelle, arrivarono di colpo le guardie armate per accompagnarci dal re. Lo trovammo su un letto enorme, con le guardie attorno. Ci chiesero cosa avevamo messo nel tè del re. Mia madre disse che era LSD. Confiscarono la bottiglietta per analizzare il contenuto, noi eravamo agli arresti domiciliari”. (Aggiornamento di MB)

ROMINA POWER E LA PROTESI AL GINOCCHIO

Romina Power grande protagonista dell’appuntamento finale con Oggi è un altro giorno. La celebre artista si è raccontata a tutto tondo nel salotto di Serena Bortone, lei che è reduce da un problema al ginocchio: “Ho dovuto fare la protesi al ginocchio. Inciampo sempre, da trent’anni, e ora ha detto basta (ride, ndr)”. “Ora faccio parte del gruppo delle persone con la protesi e sapete quanto è duro, soprattutto il recupero è doloroso. I dottori dicono che alcune persone dopo due mesi stanno benissimo, altre dopo otto mesi”, ha aggiunto, mettendo in risalto le difficoltà a cui deve fare fronte: “A una donna togliere una camminata è togliere molto della sua grazia. E’ brutto andare in giro zoppicando”.

Romina Power ha poi voluto regalare un ricordo ricordo dell’esperienza a “Studio uno” con Ornella Vanoni quando era ancora una bambina: “Fu la mia primissima apparizione e cantai una canzone improbabile, con un testo improbabile (ride, ndr). Mi ricordo che volevo indossare una minigonna che mi piaceva tanto, ma mi hanno detto di no. Mi hanno fatto mettere un abito che arrivava a metà ginocchio”.

ROMINA POWER TRA CARRIERA E VITA PRIVATA

“Io non mi definisco, non riesco e non posso definirmi”, ha messo in risalto Romina Power, sottolineando che non ha mai amato seguire dei percorsi prestabiliti. Cantante ma anche attrice, con film quasi erotici, che l’hanno resa amata dagli uomini: “Catcalling? Mi dava fastidio perchè perdevo la mia privacy. Io sono sempre stata libera. Andavo al Piper, c’era un senso di libertà nella Roma degli anni Sessanta. Era fantastico, era un sogno vivere all’epoca lì”. Poi Romina Power ha parlato del suo primo amore, Stash De Rola: “E’ stato un colpo di fulmine a ciel sereno. Avevo quindici anni, pensavamo di andare a sposarci in Scozia perché lì non serviva il permesso dei genitori. E’ finita perché poi ho fatto i film musicarelli italiani e sui set incontravo sempre Al Bano (ride, ndr). Ci siamo sposati quattro volte nei film prima di sposarci nella realtà”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA