Rose Villain: “Io e mio marito Sixpm siamo vegani imperfetti”/ “E’ capitato di mangiare una brioche ma…”

- Valentina Masciolini

Rose Villain ha raccontato di essere diventata vegana, insieme al marito: "Siamo "vegani imperfetti", in Italia non è facile"

Rose Villain a Sanremo 2024 screenshot tv Rose Villain a Sanremo 2024 screenshot tv

Rose Villain, sulla cresta dell’onda con la sua Click Boom, ha parlato a lungo di un’aspetto più inedito di se stessa. L’artista è diventata vegana, una scelta che ha maturato a lungo nel corso della sua vita: “Dopo aver visto Earthlings, il documentario sugli allevamenti intensivi con la voce di Joaquin Phoenix: da allora non sono più riuscita a vedere la carne come un prodotto, ma solo come la parte di un animale. È stato uno choc. All’inizio sentivo la necessità di dire a tutti ciò che avevo visto, ero esagitata… poi ho capito che non era il modo giusto, ognuno ha i suoi tempi” ha dichiarato al Corriere della Sera.

Questa filosofia di vita Villain l’ha trasmessa anche a suo marito, un musicista che condivide con lei la passione per l’arte: “Mio marito (il produttore discografico Sixpm, ndr) ha iniziato forse prima di me. Siamo “vegani imperfetti“, in Italia non è facile. Quando sono in tour capita di mangiare una brioche al burro se proprio non c’è soluzione, anche se la band ormai sa che io arrivo con i miei prodotti vegani… che provo a proporre a tutti“.

Rose Villain e l’essere vegana: “A New York trovi qualsiasi cosa”

Rose Villain che al Festival di Sanremo 2024 ha ammesso di essere diventata vegana, ma sottolineando che in Italia è molto difficile trovare cibi perfettamente vegetali: “Ho vissuto 14 anni a New York e lì sono molto avanti, trovi la versione vegetale di qualsiasi cosa. Quello che però nessuno riesce proprio a fare è riproporre il gusto della mozzarella. Piuttosto la evito” ha dichiarato al Corriere della Sera.

Scelta ambientalista da parte della cantante, che è molto sensibile alla tematica sulla lotta agli sprechi: “Eccome. E quando lavo i denti apro e richiudo subito il rubinetto. Sul consumo di acqua rompo un po’ le palle, chi mi sta vicino lo sa. Sono pasaggi semplici, li possiamo fare tutti. E alla base c’è una cosa: dobbiamo informarci e comprendere quali sono le conseguenze delle nostre azioni. Basta davvero un piccolo switch nella nostra testa e tutte le scelte vengono naturali“.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cinema e Tv

Ultime notizie