Rover cinese Zhurong su Marte/ Domani lo sbarco, sonda madre in orbita da 3 mesi

- Alessandro Nidi

Marte si prepara ad accogliere il rover Zhurong: qualora l’atterraggio avvenisse con successo, la Cina approderebbe per la prima volta sul Pianeta Rosso

Una foto di Marte
Una foto di Marte (Twitter, 2019)

Il rover cinese Zhurong si prepara a sbarcare su Marte, portando così per la prima volta il Paese del Dragone sul Pianeta Rosso. Secondo le notizie che giungono dall’Estremo Oriente, la struttura dovrebbe atterrare all’1.11 (ora italiana) di sabato 15 maggio 2021, dopo che la sonda madre, Tianwen-1, si trova in orbita attorno al pianeta da ormai tre mesi (il lancio era avvenuto il 23 luglio dello scorso anno, ndr), in attesa di ricevere il via libera da Pechino, che ora freme in attesa di vedere la Cina su Marte (evento, come detto, del tutto inedito nella storia).

Se tutto andrà per il verso giusto, dunque, sarà cancellato il disastro di pochi giorni fa, riguardante la caduta sulla Terra del razzo Lunga Marcia 5B, finito nell’Oceano Indiano, nei pressi delle Maldive, dopo avere tenuto numerose aree mondiali (Sud Italia compreso) letteralmente con il fiato sospeso, visto e considerato che non si sapeva con certezza dove sarebbe avvenuto l’impatto, fortunatamente verificatosi in una zona priva di insediamenti umani e senza arrecare danni a edifici, proprietà o altro.

CINA SU MARTE? ROVER ZHURONG PRONTO ALLO SBARCO

L’etimologia del nome del rover cinese, Zhurong, costituisce un rimando naturale a Marte. Come si legge sull’edizione de “Il Corriere della Sera” di ieri, giovedì 13 maggio 2021, infatti, Zhurong è l’antico dio del fuoco (il Pianeta Rosso in lingua orientale è denominato “Stella del fuoco”). Wu Yanhua, vice-amministratore dell’Agenzia spaziale cinese Cnsa, “il fuoco ha portato calore e luce agli antenati dell’umanità e ha illuminato la civiltà umana. Chiamare il primo rover cinese su Marte come il dio del fuoco significa accendere la fiamma dell’esplorazione planetaria della Cina”. Zhu, inoltre, significa “desiderio” e Rong “integrazione, cooperazione”, “riflettendo la visione cinese dell’uso pacifico dello spazio e la costruzione di una comunità con un futuro condiviso per l’umanità”. Pare essere un anno decisamente ricco di soddisfazioni per le attività collegate a Marte, che il 19 febbraio ha registrato l’arrivo di Perseverance e ha poi assistito al volo del drone Ingenuity, capace di regalare immagini mozzafiato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA