Sacchetti nuovo allenatore Fortitudo Bologna/ Ct lascia Cremona e firma un biennale

- Michela Colombo

Meo Sacchetti nuovo allenatore della Fortitudo Bologna: il ct della nazionale italiana lascia a sorpresa Cremona e firma un biennale con gli emiliani.

meo sacchetti ct italia basket 2019 lapresse
Meo Sacchetti, già ct della Nazionale e ore nuovo allenatore della Fortitudo Bologna (Foto LaPresse)

E’ rivoluzione nel mondo del basket italiano, mentre ci si prepara per la prossima stagione 2020-21 dopo lo stop imposto per l’emergenza coronavirus. Il ct dell’Italbasket Meo Sacchetti sarà infatti il nuovo allenatore della Fortitudo Bologna, e lascia dunque a sorpresa la Vanoli Cremona, a cui era approdato nel 2017. E’ un annuncio che arriva un po’ a sorpresa per tifosi e appassionati: dopo aver vinto una Coppa Italia e avendo raggiunto pure i play off nella precedente stagione, Sacchetti lascia dunque la guida della formazione cremonese, in un momento poi molto complicato per la formazione, che rischia di non riuscire a iscriversi al campionato della Serie A1 nella prossima stagione. Per lui, che ha dunque appena firmato un contratto biennale,  inizierà a breve una nuova esperienza in Emilia alla Fortitudo Bologna, panchina per cui il ct ha pure superato la concorrenza di Jasmin Repesa: Meo prenderà il posto di Antimo Marino, destinato alla guida di Reggio Emilia.

SACCHETTI VA ALLA FORTITUDO BOLOGNA: CREMONA IN DIFFICOLTA’

L’approdo di Meo Sacchetti come nuovo allenatore alla Fortitudo Bologna, se è stato ben salutato dai tifosi delle aquile, pure non è notizia che ha fatto piacere al pubblico della Vanoli, ben triste a dover lasciare il proprio allenatore dopo tre anni di grandi soddisfazioni e di doverlo fare pure in un momento così complicato per la società. Già nei giorni scorsi da Cremona sono arrivate voci allarmanti, confermate dalla stessa dirigenza, che teme, con un budget così ridotto, di non “essere in grado di proseguire l’attività sportiva per la prossima stagione”. Con lo stop definitivo imposto al campionato 2019-20 della Serie A1 sono infatti venuti a mancare nelle casse delle formazioni gli introiti del botteghino come pure di molti sponsor, che pure colpiti dalla crisi economica si sono ritirati. Ed è quello che è successo per il club cremonese, che sta dunque vivendo un momento molto complicato, come certo anche molti altri club di sicuro. E che ora perde anche una delle sue colonne portanti. Annunciato il divorzio con Sacchetti, lo stesso presidente del club Aldo Vanoli ha poi affermato: “Purtroppo le tempistiche non ci hanno consentito di garantire nell’immediato impegni per il futuro. A Meo si é presentata una nuova opportunità e, per quanto inaspettata e dolorosa, abbiamo accolto la sua richiesta di intraprendere un’altra strada. Noi comunque continuiamo a lavorare giorno e notte per garantire un futuro nella massima serie a Cremona”. Ma il futuro per la formazione del falchi si annuncia ora abbastanza fumoso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA