Colpita da ictus durante rapporto orale/ Il fidanzato, “mi ero accorto fosse rigida”

Il fidanzato le stava praticando del sesso orale quando una donna di 44 anni è stata colpita da malore a letto: i medici, “è stato un ictus”.

14.03.2019 - Dario D'Angelo
coppia letto pixabay 2019
Coppia a letto, foto da Pixabay

Il fidanzato le stava praticando del sesso orale e lei era molto “vicina all’orgasmo” quando una donna di 44 anni della zona ovest di Londra è stata colta da malore in camera da letto. Più precisamente da un ictus. Potrebbe sembrare una barzelletta dai contorni un po’ spinti e sicuramente macabri ma si tratta di un caso clinico verificatosi realmente e pubblicato addirittura sul British Medical Journal. Come riportato da Fanpage, la donna dopo il malore è stata portata in ospedale presso il West Middlesex University Hospital di Isleworth dove i medici hanno scoperto che durante il rapporto sessuale un vaso sanguigno era scoppiato nella sua testa. Secondo la ricostruzione dei dottori, la 44enne “è rimasta incosciente per tre minuti” dopo essere stata colta da una “forte emicrania” durante l’atto sessuale.

COLPITA DA ICTUS DURANTE SESSO ORALE

E’ stato lo stesso fidanzato della 44enne londinese colpita da ictus durante il sesso orale a confermare di aver notato che qualcosa non andava durante il loro rapporto e in particolare che “il suo corpo era rigido”. Il caso pubblicato sul British Medical Journal, che ha avuto una grande eco anche sui tabloid, è stato così descritto sulla rivista scientifica:”La paziente ha riferito che era vicina all’orgasmo mentre stava ricevendo sesso orale dal suo partner prima di perdere conoscenza”. La donna è stata ricoverata per due settimane in ospedale nell’ottobre 2018. I medici in un primo momento pensavano che fosse stata colta da infarto ma le radiografie hanno accertato la presenza di sangue tra il cranio e il cervello, tratto distintivo dell’ictus.  che c’era sangue tra il  cranio e il cervello, dimostrando che si trattava di ictus. Le è stata così diagnosticata un’emorragia subaracnoidea – un tipo di sanguinamento nel cervello comune – pur sottolineando che era “solo di piccole dimensioni”. I fatti risalgono all’ottobre del 2018.



© RIPRODUZIONE RISERVATA