“Culla killer” Fisher-Price: 5 mln di pezzi ritirati dal mercato/ 32 morti dal 2009

- Davide Giancristofaro Alberti

La “Culla Killer” della Fisher-Price è stata ritirata dal mercato. 32 morti sospette dal 2009 ad oggi

Culla killer Fisher Price
Culla killer (web)

Sono 4.7 milioni le culle Fisher-Price Rock’n Play Sleepers, prodotto già ribattezzato come la “culla killer”, ritirate dal mercato nelle ultime ore. Dopo l’allarme dell’associazione dei pediatri americani, la CPSC, la Consumer Product Safety Commission degli Stati Uniti, ha deciso di vietare immediatamente la vendita della culla in oggetto, per accertare se realmente la stessa sia poco sicura e possa provocare la morte dei neonati. Dal 2009 ad oggi, negli Stati Uniti, sono infatti deceduti 32 bambini nella culla Rock’n Play Sleepers, a causa del soffocamento: «Si sono verificati incidenti mortali – ha spiegato la Commissione – con la culla Rock’n Play Sleepers, dopo che i bambini si sono rotolati e sono rimasti soffocati». Subito dopo l’annuncio del ritiro dal mercato, è arrivata anche una breve nota della Fisher-Price, azienda di proprietà della Mattel, che ha ammesso: «Mentre continuiamo a stare al passo con la sicurezza di tutti i nostri prodotti, dati gli incidenti segnalati in cui il prodotto è stato utilizzato in contrasto con le avvertenze e le istruzioni di sicurezza, abbiamo deciso che questo richiamo volontario è la migliore linea d’azione». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

“Culla killer” Fisher-Price: 5 mln di pezzi ritirati dal mercato

E’ già stata ribattezza dai pediatri di tutto il mondo la “culla killer”, ed è il prodotto della nota multinazionale Fisher-Price, Rock ‘n Play Sleeper. I medici hanno lanciato l’allarme in questi giorni, sottolineando come la culla in questione è molto pericolosa avendo ucciso già 32 neonati. Le piccole culle vengono utilizzate, come ricorda l’edizione online de Il Messaggero, per mettere i bimbi in sicurezza mentre giocano o per fare un sonnellino, ma in base ai numerosi casi emersi sarebbero tutt’altro che sicure. L’allarme è stato lanciato, come specificato a più riprese dal New York Times, dall’associazione dei pediatri statunitensi, la American Academy of Pediatrics diretta dal professore Kyle Yasuda, che ha chiesto il ritiro immediato del prodotto dai negozi, a causa appunto della possibile mortalità dei neonati. Sembra infatti che i 32 decessi siano stati causati da un soffocamento, questo perché la “seduta” sarebbe troppo larga per i bimbi, che spesso e volentieri si girano nel sonno, non riuscendo più a tornare in una posizione di sicurezza.

CULLA KILLER FISHER PRICE: ALLARME DEI PEDIATRI AMERICANI

Finendo a faccia in giù contro il cuscino, un neonato ha serie probabilità di morire soffocato non avendo le forze e le capacità per rivoltarsi. L’azienda ha subito comunicato di essere al lavoro con opportuni controlli e verifiche in base a quanto denunciato dall’associazione dei pediatri. «Rock ‘n Play Sleeper – le parole di Chuck Scothon, direttore generale di Fisher-Price, come scrive il New York Times – soddisfa tutti gli standard di sicurezza applicabili. È essenziale – ha aggiunto – seguire sempre le avvertenze e le istruzioni del prodotto». Ma secondo l’associazione dei pediatri tale avvertimento non sarebbe abbastanza per prevenire le morti, sottolineando come fra il 2011 e il 2018 sarebbero stati 32 i decessi, fra cui alcuni bimbi al di sotto dei 3 mesi, a cui è severamente vietato l’utilizzo dello stesso prodotto “killer”. Si preannuncia quindi una lunga battaglia legale fra medici e l’azienda newyorkese: staremo a vedere chi avrà la meglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA