San Pio da Pietrelcina/ Si celebra il 23 settembre il presbitero dei Cappuccini

- Matteo Fantozzi

San Pio da Pietrelcina si celebra oggi, 23 settembre, un giorno importante per la Chiesa Cattolica perché si parla di uno dei volti più amati dai cristiani.

padre pio 2019 iconografia
San Pio da Pietrelcina

San Pio da Pietrelcina si celebra oggi, 23 settembre, una giornata celeberrima per ciò che concerne la religione visto che il mondo saluta uno dei più grandi uomini, adesso venerato Santo, che sia mai esistito. Si parla proprio di Padre Pio, presbitero italiano dell’ordine dei Cappuccini. Nacque a Pietralcina intorno alla fine dell’Ottocento, da genitori cattolici praticanti che influenzarono la sua fede per gran parte dell’infanzia. Fino ai dodici anni pare che non frequentasse la scuola con regolarità, a causa del lavoro per aiutare la famiglia. Grazie agli insegnamenti di Domenico Tizzani, un sacerdote, riuscì a recuperare gli anni persi in un solo biennio. A 14 anni furono ultimate le pratiche affinché Padre Pio potesse entrare nel convento di Morcone, nell’autunno del 1902. Fu grazie all’incontro di Fra Camillo da Sant’Elia che egli manifestò il desiderio di intraprendere una vita ecclesiastica. Durante la sua vita, Padre Pio ebbe diverse visioni: ad esempio, la prima visione nel 1903 che lo preparò alla lotta contro il diavolo per tutta la vita.

Un’altra visione, che ebbe durante l’ultima nottata passata nella casa di famiglia prima del trasferimento, lo tranquillizzò del fatto che Gesù Cristo e la Vergine Maria gli avrebbero garantito assoluta predilezione. Padre Pio fu di salute cagionevole, diverse malattie lo accompagnarono per il resto della sua vita: fu per questo motivo che fu spesso congedato, mandato in ritiro presso un luogo che fosse utile per la sua salute. A partire dall’anno 1909 fino al 1916, Padre Pio soffrì di quelle che vennero riconosciute come stimmate provvisorie; fu un evento di cui inizialmente si vergognò, che si ripresentavano con regolarità. Pregando il Signore le stimmate sparivano, ma non si può dire lo stesso del dolore. A partire dal 1919 Padre Pio fu trasferito presso San Giovanni Rotondo, luogo della sua morte che avvenne il 23 Settembre 1968, poiché affermava che Gesù Cristo assicurò la sua salute sarebbe migliorata lì. Oltre alle stimmate, vennero attribuiti diversi miracoli al Santo: una grande percezione, la capacità di apparire in due luoghi contemporaneamente, la facoltà di capire a prescindere quali fossero i peccati da confessare dei suoi fedeli. Fu beatificato il 2 maggio del 1999, e fu annunciato Santo il 16 giugno 2002 da Papa Giovanni Paolo II.

San Pio da Pietrelcina, 50esimo anniversario della Morte

Nel 2018 a Sorso, in provincia di Sassari, è stato festeggiato il cinquantesimo anniversario di Morte di San Pio da Pietrelcina. Processioni, Sante Messe e spettacoli vari durante le giornate del 22 e del 23 Settembre per ricordare le gesta del Santo. Padre Pio è compatrono della città di Pietralcina, insieme alla Madonna della Libera. Si tratta di un paese situato in provincia di Benevento in Campania, di circa 3000 abitanti. In questo luogo è possibile visitare la casa di S. Padre Pio, ubicata su più fronti. E’ possibile accedere alla camera da letto in cui venne partorito dalla madre, di ritorno dalla campagna per aiutare il marito con il lavoro. Sul pavimento è presente un botola che conduce in una camera sottostante, dove S. Padre Pio da ragazzo grazie al suo asino si recava al lavoro in campagna.

Gli altri Santi del giorno

Nel giorno in cui si ricorda la perdita di San Pio da Pietrelcina, ci sono anche altri santi da ricordare: per esempio, i martiri Santi Andrea, Giovanni, Pietro ed Antonio, e la Beata Bernardina Maria Jablonska.

La vita del Santo



© RIPRODUZIONE RISERVATA