Santa Maria della Consolazione/ “Meraviglie” a Todi visitando l’opera di Bramante

- Francesco Davide Zaza

Tra le “Meraviglie” presenti nel programma di Alberto Angela, in onda stasera, 18 gennaio, alle 21.25 c’è il tempio di Santa Maria della Consolazione in Todi. Un’opera progettata da Bramante

Alberto_Angela_foto
Alberto Angela

Questa sera alle ore 21.25 su Rai Uno va in onda l’ultima puntata di “Meraviglie“. Il programma condotto da Alberto Angela questa sera farà tappa anche a Todi, laddove sorge (dal 1608) il tempio di Santa Maria della Consolazione. Situato all’esterno delle mura duecentesche della città è il luogo di culto più importante della cittadina umbra. Un’opera architettonica di rilevanza internazionale, considerata dai più, a ragion veduta, una meraviglia, simbolo dell’architettura rinascimentale. I lavori per la costruzione iniziarono nel 1508 per concludersi esattamente cent’anni dopo. Per chi proviene da Orvieto, la chiesa è visibile in lontananza prima di entrare nella città. La sua architettura classica si contrappone a quella del centro storico, di carattere medievale. Giungendo a Todi, è possibile scorgere già in lontananza la chiesa di Santa Maria della Consolazione. A pianta centrale, la chiesa assomma tutti i principi dell’architettura rinascimentale e fu edificata per custodire un’icona mariana a cui la popolazione di Todi attribuiva numerose grazie e che tuttora è conservata nell’altare barocco dell’abside nord.

Santa Maria della Consolazione: un’opera rinascimentale, progettata da Bramante

Per gli appassionati di arte rinascimentale, questa sera all’interno del programma “Meraviglie” di Alberto Angela sarà possibile ammirare lo spettacolo del tempio di Santa Maria della Consolazione. Situato a Todi, è un chiaro e significativo esempio dell’arte rinascimentale umbra e italiana, progettata da Bramante. La leggenda narra che a Todi, all’inizio del XVI secolo, fosse avvenuto un miracolo. Un addetto alla pulizia di un affresco della Madonna sarebbe infatti stato miracolosamente guarito da una grave malattia ad un occhio. A questo punto, si prospettò la possibilità di rendere noto il miracolo anche in regioni lontane costruendo un tempio mariano nelle vicinanze. L’esterno de,llaé semplice e presenta un tetto a cupola con il portale barocco. L’interno é molto luminoso, con bellissime linee prospettiche in stile rinascimentale e quattro grandi absidi circolari. Sono da segnalare sculture rappresentanti gli Apostoli nelle nicchie, decorazioni e soprattutto il magnifico altare barocco. Da sottolineare infine che per la visita alla chiesa è a disposizione un ampio e comodo parcheggio esterno.







© RIPRODUZIONE RISERVATA