Sant’Alessio/ Si celebra il 17 luglio il partono di Miagliano

- Matteo Fantozzi

Sant’Alessio si celebra oggi, 17 luglio, il patrono di Miagliano. Si tratta di un patrizio romano che abbandonò tutto dopo la sua conversione per diventare un mendicate e vivere in povertà.

san alessio 2019 iconografia
Sant'Alessio

Il 17 luglio si commemora Sant’Alessio, un patrizio romano vissuto all’inizio del V secolo che abbandonò tutto dopo la sua conversione per diventare un mendicate e vivere in povertà. Sant’Alessio è il patrono proprio dei mendicanti, oltre che dei moribondi, dei portieri e dei campanari.

Sulla vita di Sant’Alessio ci sono pochissime notizie certe. La sua biografia è narrata da tre diverse tradizioni: una di origine romana, una siriaca e una greca. Secondo la prima Alessio era un cittadino di Roma, mentre secondo la seconda era originario di Costantinopoli. Le tre leggende concordano che Alessio fu un uomo molto ricco e che la notte prima delle nozze convinse la sua futura moglie a rinunciare al matrimonio per diventare mendicante. Trascorreva così i giorni, a Edessa o a Roma secondo le diverse tradizioni, raccogliendo elemosine che poi distribuiva ai poveri della città. Secondo la tradizione romana Alessio tornò, dopo 17 anni di vita poverissima, nella casa di suo padre, che però non riuscì a riconoscerlo. Visse quindi in un sottoscala, senza rivelare a nessuno la sua identità. Quando morì si udì in tutta la città un suono di campane. In mano, nel momento della morte, stringeva un biglietto con scritta la propria biografia, ignota a tutti. Solo il Papa, secondo la tradizione, riuscì ad aprire la mano serrata del morto e, una volta letto il biglietto, raccontò ai suoi sbigottiti genitori la verità su Alessio. Il Santo è venerato dalla Chiesa Cattolica e da quella Ortodossa, che lo commemora il 17 marzo. Il suo santuario principale, il monastero di Santa Laura del Peloponneso, dove secondo la tradizione è conservata la sua testa, si trova a Kalavryta, in Grecia.

Sant’ Alessio, il patrono di Miagliano

Sant’Alessio è il patrono di Miagliano, in Provincia di Biella. Qui il Santo viene festeggiato con un una messa all’aperto, nella piazza principale del paese. Qui si svolgono anche, nel week end della festa, spettacoli teatrali e concerti. I festeggiamenti si concludono tradizionalmente con uno spettacolo pirotecnico. Sant’Alessio è anche il patrono dell’omonimo Comune, Sant’Alesso con Vialone, nel pavese.

Miagliano e Sant’Alessio con Vialone sono accomunati dall’essere due centri molto piccoli. Il primo con i suoi 600 abitanti è uno dei Comuni più piccoli di tutta l’Italia del Nord. Il secondo invece sorge in Provincia di Pavia ed è probabilmente di fondazione medievale. I Comuni di Sant’Alessio e Vialone furono uniti nel 1841. Nel 1929, durante il riordino amministrativo del Governo Mussolini, il Comune fu soppresso e divenne una frazione di Lardirago. Dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale, nel 1947, il Comune riacquistò la propria autonomia amministrativa.

Gli altri Santi di oggi

Il 17 luglio si commemora, con Sant’Alessio mendicate, noto anche come Sant’Alessio Romano, anche Sant’Alessio Romanov, martire vissuto in Russia. Nello stesso giorno si ricordano anche Santa Edvige, regina di Polonia, e la regina Beata Costanza d’Aragona, i martiri San Generoso di Tivoli, San Giacinto di Amastris, Santa Giusta e il Papa San Leone IV.

© RIPRODUZIONE RISERVATA