Eclissi totale, spettacolo Luna Rossa/ Il 27 luglio la più lunga del secolo: migliori punti di osservazione

- Matteo Fantozzi

Eclissi totale, la più lunga del secolo: attesa per lo spettacolo della Luna Rossa atteso per la sera del 27 luglio 2018 e osservabile a occhio nudo da qualunque posto d’Italia.

eclissi_pixabay_2017
Eclissi di sole (foto da Pixabay)

Ancora due giorni di attesa e sarà possibile assistere all’affascinante spettacolo dell’eclissi totale di Luna più lunga del 21° secolo. Un evento certamente imperdibile non solo per gli appassionati di fenomeni astronomici poiché sarà visibile da qualunque punto d’Italia, ad occhio nudo e senza le consuete protezioni per gli occhi consigliate in caso di eclissi solare. Ciò che caratterizzerà la serata del 27 luglio sarà la grande luna rossa – almeno questa sarà l’impressione – e che infiammerà i nostri cieli. Paolo Volpini dell’Unione Astrofili Italiani ha spiegato che questo fenomeno si manifesta nel periodo estivo “in cui è più facile che il cielo sia limpido e con temperature accettabili la sera. Peraltro in un orario comodo dalle 20 in poi”. Ma quali sono le dritte per poter godere della migliore osservazione possibile? Intanto occorre guardare verso Est sperando che davanti si possa avere il più possibile dello spazio libero. Secondo Volpini, “l’ideale è non avere ostacoli davanti, sulla linea dell’orizzonte”. Se siete già in vacanza allora potrete sfruttare i luoghi in cui state soggiornando per godere del massimo spettacolo. La costa adriatica, in tal senso, si presta alla perfezione, così come quella che guarda a Est della Sardegna anche se qualsiasi punto in Italia con la visuale sull’orizzonte senza ostacoli sarà idoneo. Da Milano a Catania, dunque, sono molteplici i luoghi in cui sarà possibile trovare il punto di osservazione migliore. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

GLI OSSERVATORI ITALIANI SI PREPARANO

Un evento più unico che raro, soprattutto per la durata che avrà (circa 103 minuti), e per questo motivo anche in Italia ci si sta attrezzando per la sera del 27 luglio, quando sarà possibile ammirare il fenomeno della cosiddetta luna rossa in coincidenza con l’eclissi totale. Si potrà assistere a questo spettacolo anche dotandosi di un semplice binocolo ma ovviamente per l’evento sono stati organizzati decine di appuntamenti, meeting e serate a tema, nel corso delle quali ci sarà spazio anche per momenti di divulgazione scientifica. Ad esempio a Padova, presso il noto osservatorio astronomico della Specola, si potrà visitare la Torre e poi assistere all’eclisse con la compresenza di alcuni astronomi; anche a Milano il locale Planetario si è già attivato e i background dei giardini dedicati a Indro Montanelli sembra l’ideale per una serata estiva del genere: inoltre, sarà possibile per tutti, attraverso ovviamente l’oculare del telescopio, scattare una foto alla luna rossa con il proprio smartphone. Infine a Roma, tra i vari appuntamenti c’è quello patrocinato dal Mibact presso il Tempio di Venere, dove l’osservazione dell’eclissi è gratuita e aperta al pubblico. (agg. di R. G. Flore)

ECCO COME VEDERLA

Ci siamo, tra due giorni sarà il momento di un’eclissi lunare totale che ci mostrerà 103 minuti di Luna rossa. L’evento è molto atteso dalla comunità scientifica anche perché il più lungo del secolo. Ci sono però dei consigli per come godersi lo spettacolo senza correre dei rischi. Per prima cosa il consiglio principale è quello di cercare un posto limpido e dove non ci siano troppe luci in grado di creare complicazioni. Ovviamente poi molto dipenderà dalle nuvole che nel caso potrebbero coprire la Luna. Ci troviamo di fronte a un evento incredibile e che potrebbe essere unico visto che si prevede non ce ne siano più in questo secolo almeno di questa portata. A differenza dell’eclissi solare, potenzialmente dannosa per la vista, non dovrebbero esserci problemi in questo senso invece per chi deciderà di guardarla a occhio nudo. (agg. di Matteo Fantozzi)

103 MINUTI DI LUNA ROSSA

Tra i fenomeni connessi all’eclissi lunare del 27 luglio, ci saranno da ammirare ben 103 minuti di Luna rossa, fenomeno dovuto alla rifrazione del Sole sulla Luna, quando il “cono d’ombra” tra i due corpi celesti sarà sovrapposto. Come dichiarato a TgCom da Paolo Volpini, dell’Unione Astrofili Italiani: “L’eclissi lunare del 27 luglio si potrà definire un’eclissi per famiglie, perché il periodo e l’orario sono i più indicati per l’osservazione. Man mano che scenderà l’oscurità sarà sempre più apprezzabile l’ombra che avanza sul disco lunare con le località di mare, dove l’est è libero, favorite.” Ovviamente i luoghi solitamente privilegiati per l’osservazione delle stelle potranno godersi al meglio l’eclissi di Luna, ma anche in città lo spettacolo promette di essere indimenticabile. (agg. di Fabio Belli)

SARA’ LA PIU’ LUNGA DEL SECOLO

Il 27 luglio è atteso un evento davvero molto importante per la comunità scientifica e non solo, infatti sarà possibile assistere a un’eclissi lunare totale. Non sarà però una semplice eclissi, visto che viene descritta addirittura come la più lunga del secolo. Potremo osservarla da tutta l’Italia, ma molto dipenderà anche dalle condizioni climatiche e dall’eventuale presenza di nuvole all’orizzonte. L’evento in questione si vedrà dalle ore 19.00 di sera, quando però il sole ancora alto impedirà di far godere lo spettacolo nella sua interezza. Il picco invece verrà raggiunto attorno alle ore 22.00 quando il cielo sarà sufficientemente buio per permettere di vedere l’eclissi in maniera chiara. Nonostante l’eclissi lunare sia abbastanza frequente c’è da sottolineare appunto come questa sarà molto diversa dalle altre. La durata sarà davvero incredibile e sarà molto difficile trovarne un’altra così consistente.

PERICOLO MALTEMPO

Il rischio principale per l’eclissi lunare totale è il maltempo. Negli ultimi giorni infatti una perturbazione atlantica ha invaso il nostro paese, creando dei problemi non da poco e obbligando gli italiani a rivedere le loro ferie estive. Se il cielo dovesse essere pieno di nubi, si rischia di perdere quello spettacolo naturale dovuto appunto dall’oscuramento del corpo celeste. La speranza è che il cielo sia limpido per permettere appunto di guardare l’eclissi in questione. Le previsioni meteorologiche ci parlano di cielo limpido un po’ ovunque nella serata tra venerdì e sabato prossimo con nubi solo sul versante orientale tra Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Marche. Al sud invece il cielo dovrebbe essere coperto sulla Puglia e sulla Calabria. In queste ultime giornate però le previsioni del tempo hanno dimostrato di variare molto rapidamente con delle oscillazioni anche a volte preoccupanti tra bel tempo e temporali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori