ECLISSI TOTALE, LUNA DI SANGUE/ Video, la scia rossa che incanta il mondo: che distrazione i social!

- Silvana Palazzo

Eclissi totale di Luna, video: milioni di persone stregate dallo spettacolo del nostro satellite, tra foto e dirette social. Le ultime notizie sul fenomeno e sull’incredibile seguito

luna_rossa_pixabay
La bufala virale su Marte

Da un articolo de Il Fatto Quotidiano sull’eclissi totale di Luna nasce uno spunto davvero interessante. Ci si interroga infatti sulle nuove generazioni e sull’abitudine di passare questi splendidi momenti dietro al monitor di un dispositivo mobile come uno smartphone. Ci si perde dei momenti magici per riprenderli o magari mandarli sui social network, sempre più distratti da internet e più interessati a questo che al fatto in sé. Osservare una eclissi totale di Luna, evento inoltre molto raro, dallo schermo di uno smartphone quando lo si ha davanti agli occhi è un errore che ci fa capire dove si sta muovendo il nostro mondo. Sempre più sono le situazioni che andrebbero godute dal vivo ma che vedono le persone immortalarle tramite uno smartphone perdendosi l’atmosfera del reale. Forse sarebbe il caso di fare un passo indietro nel tempo, provando a riportare la realtà sul piano dell’esperienza e fuggendo da quello che si può considerare un voyeurismo tecnologico. (agg. di Matteo Fantozzi)

GLI ANTICHI AVEVANO RAGIONE

La scia della Luna di sangue che nella serata di ieri ha tinto di rosso il satellite terrestre è ancora ben nitida nei pensieri delle tantissime persone che hanno alzato lo sguardo verso il cielo per ammirare uno spettacolo che si verificherà nuovamente soltanto nell’anno 2121. Eppure per quanto si tratti di un evento eccezionale le eclissi fanno parte da sempre dell’immaginario collettivo umano, al punto che sul suo conto si sono sviluppate tradizioni e leggende di diversa natura. Nell’antichità c’era chi associava alle eclissi presagi di sventura, e le temeva al punto di asserragliarsi in casa per evitare guai. Nel Medioevo si finiva addirittura per rinviare le battaglie, così come agli uomini era sconsigliato guardarle, dal momento che si credeva si potesse restare incantati o finire preda di creature mostruose. Diciamo che almeno sull’incanto in un certo senso gli antichi avevano ragione: distogliere lo sguardo dalla Luna Rossa, ieri, non è stato affatto facile. (agg. di Dario D’Angelo)

PREGHIERE E CELEBRAZIONI IN AFRICA

Luna rossa, Luna di sangue, Luna come Marte: non importa come vogliate definirla, basta essere d’accordo sul fatto che l’eclissi totale di ieri sera è stata uno spettacolo assoluto, capace di volgere lo sguardo di milioni di persone in tutto il mondo verso il cielo. E quando utilizziamo l’espressione “tutto il mondo” possiamo dire di non esagerare: dall’Europa all’Asia, passando per l’Australia e arrivando fino in Africa, l’emisfero orientale ha goduto di questo show – parzialmente o totalmente – senza distinzioni. Come riportato da Rai News, nel “continente nero” c’è chi ha celebrato questa eclissi di luna in maniera particolare. In Tunisia e in Kenya c’è chi ha deciso di vivere questo momento con dei festeggiamenti o raccogliendosi in momenti di preghiera. Significative sono state le parole dell’ambasciatore italiano in Libia, Giuseppe Perrone, che su Twitter ha commentato: “I popoli apprezzano il valore della luna solo quando si assenta, allora ci si spaventa e si attende il suo ritorno. Cosi’ è la condizione di pace, sicurezza, amore e stabilità. L’eclissi più lunga di questo secolo deve essere un segno e una lezione, non solo un fenomeno”. (agg. di Dario D’Angelo)

TIMELAPSE NEL CIELO DI ROMA, VIDEO

Uno spettacolo a dir poco unico quello della Luna rossa che ieri sera ha tenuto con il naso all’insù milioni di persone desiderose di gustare almeno per qualche minuto la magia dell’eclissi. In Italia sono stati in tanti a godere di questo show anche grazie ad un cielo per gran parte senza nuvole che si è ben prestato allo scopo. Eppure c’è qualcuno che è stato ancora più fortunato di altri. Come si può osservare dal video pubblicato dall’Huffington Post, a Roma i passeggeri di un aereo che ha intercettato la “rotta” lunare hanno potuto ammirare la Luna rossa da una prospettiva privilegiata. Nel filmato in questione, un timelapse dell’eclissi nel cielo della Capitale, dopo qualche secondo si vedono le luci di un aereo inseguire la “scia di sangue” del satellite terrestre. Per i passeggeri di quel volo uno spettacolo veramente indimenticabile! (agg. di Dario D’Angelo)

APPUNTAMENTO AL 2123

E’ stata la grande notte della luna quella da poco passata. Il satellite della terra è stato coperto totalmente dal nostro pianeta, e di conseguenza i raggi del sole sono stati schermati, facendogli assumere uno spettacolare colore rosso. Milioni i nasi rivolti verso il cielo, e milioni sono state le foto e i video pubblicati praticamente ovunque. Un evento memorabile sia per la sua bellezza quanto per la sua durata, visto che per un’ora e 43 minuti la luna si è tinta di rosso, divenendo l’eclissi totale lunare più lunga del secolo. Uno show che chi non ha potuto seguire da casa, o magari perché il cielo non era limpido, se l’è potuto gustare via streaming, grazie al Virtual Telescope Project, che ha appunto realizzato un evento in diretta web per tutti. Appuntamento ora al 2123, fra esattamente 105 anni, quando si verificherà la prossima eclissi lunare, e quando purtroppo la stragrande maggioranza di noi non ci sarà. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MILIONI DI SCATTI

Milioni di persone stregate dall’eclissi lunare annunciata come la più lunga del secolo. C’è chi si è sistemato davanti al telescopio, chi si è seduto per terra volgendo lo sguardo al cielo, chi ha organizzato una cena tra amici per l’occasione e chi qualcosa di più romantico. A rubare la scena è stata la luna rossa, con la presenza di Marte ben visibile in cielo. È stata un’occasione da non perdere, con una durata record che ha richiamato appassionati e non ad osservare un fenomeno unico. Possiamo definirla un’eclissi “planetaria”, perché è stata visibile in quasi tutto il pianeta e naturalmente anche in tutta Italia. La fase più spettacolare è stata quella in cui tutto il diametro della luna si è trovato all’interno del cono d’ombra: è cominciata alle 21.30 ed è terminata alle 23.13. Il momento di massimo oscuramento è avvenuto alle 22.21. Ma a nord di Anzio e Fermo la Luna è sorta all’orizzonte quando era già rossa, cioè in fase di eclissi totale, mentre a sud è stato possibile vedere gradualmente l’eclissi.

ECLISSI TOTALE DI LUNA, UNO SPETTACOLO SOCIAL

Nell’era dei social network l’eclissi lunare da record non poteva non diventare di tendenza. E infatti è stata un successo anche da questo punto di vista (basta controllare l’hashtag #eclissi su Twitter). Migliaia di persone, ad esempio, si sono date appuntamento per seguire insieme il fenomeno, in particolare su Facebook, per viverlo in diretta e commentarlo. Per l’eclissi di agosto dell’anno scorso su Facebook furono organizzati tantissimi eventi che generano interesse e partecipazione da oltre 3 milioni di persone. Furono 12,2 milioni quelle che vissero live l’eclissi, più di 29 milioni in tutto il mondo la videro e discussero in diretta sulla pagina della Nasa. C’è ovviamente chi l’ha fatto con ironia sui social, anche perché c’è stata qualche zona in Italia che non ha goduto dello spettacolo per colpa delle nuvole, come in Liguria. Bisognerà darsi allora appuntamento alla prossima eclissi totale di Luna, prevista per il 21 gennaio 2019. Non sarà storica come quella di ieri, ma comunque affascinante.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori