“Se non vi vaccinate, vi renderemo vita difficile”/ Ministro Malesia “Dovrete pagare”

- Alessandro Nidi

Il ministro della Salute della Malesia lancia un avvertimento ai suoi cittadini: “Senza vaccino, sarà molto complicato vivere quotidianamente”

Palazzo di Malesia
Parata in Malesia (LaPresse, 2019)

Giro di vite in Malesia da parte del governo, che ha apertamente dichiarato che si prospettano tempi duri per coloro che decideranno volontariamente di non sottoporsi all’inoculazione del vaccino anti-Covid. A pronunciare tali affermazioni è stato il Ministro della Salute, Khairy Jamaluddin, il quale ha asserito: “Vi renderemo la vita molto difficile, se non siete vaccinati perché avete scelto di non farlo”.

Il componente della Giunta nazionale ha sottolineato che “questo non si applicherà a coloro che hanno validi motivi medici per non essere vaccinati. Se non potete essere vaccinati, va bene: vi daremo un’esenzione digitale, denominata MySejahtera. Ma se non vi vaccinerete per scelta, continueremo a rendervi la vita difficile. L’intervento del ministro malese è stato pubblicato sulle colonne della testata giornalistica “The Star” e ha generato discussioni in patria.

MALESIA: SENZA VACCINO IL GOVERNO RENDERÀ AI SUOI CITTADINI LA VITA “MOLTO DIFFICILE”

Dopo avere presenziato all’undicesimo corso nazionale sull’infarto miocardico acuto, tenutosi a Bangsar presso l’ospedale Serdang nella giornata di oggi, sabato 16 ottobre, il ministro della Malesia ha sottolineato che senza vaccino non sarà possibile cenare nei ristoranti, né recarsi a fare shopping e passeggiare nei centri commerciali.

Gli è stato quindi domandato se il Paese si muoverà per rendere obbligatoria la vaccinazione contro il Coronavirus, visto e considerato che le maglie non sembrano essere poi così larghe da parte del governo centrale. A tal proposito, Khairy ha esplicitamente riferito che sarà suo compito rilasciare e rendere nota la strategia nazionale di test nel corso della prossima settimana, aggiungendo che includerà al suo interno un vero e proprio obbligo per le persone non vaccinate di eseguire test settimanali a pagamento, che saranno interamente a carico degli individui: “Se sceglierete di non sottoporvi a vaccinazione, allora probabilmente vi chiederemo di fare dei test regolari, che dovrete pagare. Il messaggio che vogliamo veicolare ancora una volta è soltanto uno: quello di farsi vaccinare”, ha concluso il ministro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA