Sergio Rodriguez all’OIimpia Milano/ Colpo Armani, “Chacho” sarà il play di Messina

- Niccolò Magnani

Sergio Rodriguez all’Olimpia Milano, colpo di coach Messina che consegna all’Armani il suo nuovo play. El Chacho, leggenda del basket di Spagna e fresco vincitore dell’Eurolega

Sergio Rodriguez
Sergio "el Chacho" Rodriguez (LaPresse, 2019)

Se dovesse rimanere anche Mike James, l’anno prossimo il reparto dei “piccoli” dell’Olimpia Milano sarà di qualità altissima: l’Armani ha infatti piazzato il colpo assicurandosi il play spagnolo Sergio Rodriguez detto “el Chacho”, pluricampione tra Nba, Eurolega e Nazionale di Spagna. Coach Messina piazza il primo vero grande acquisto di quella che si preannuncia come il vero anno di svolta in casa Forum: 33 anni sì, ma un fenomeno come pochi se ne vedono in quel reparto nevralgico del gioco, con tempi, idee e soluzioni degne dei migliori play passati con le Scarpette Rosse. La leggenda della Spagna formato “Dream Team” approda a Milano direttamente dal Cska Mosca dove militava fino allo scorso anno e con un accordo biennale da 1,5 milioni di euro l’anno arriva a rivestire il ruolo di assoluto perno dell’intera prossima squadra alla caccia dell’Eurolega oltre che della Serie A. Rodriguez è il secondo colpo del nuovo corso dopo Riccardo Moraschini, che qualche giorno fa ha detto sì ad un biennale con opzione sulla terza stagione: con la nazionale di Sergio Scariolo ha ottenuto i maggiori successi personali, come l’argento olimpico a Londra 2012, bronzo olimpico a Rio 2016, ma soprattutto gli ori a Mondiale 2006 e Europeo 2015, l’argento europeo 2007 e i bronzi 2013 e 2017. In poche parole, la squadra più forte degli “umani” dopo il Dream Team Usa dell’ultima decade: Rodriguez di quella Spagna era il play in alternanza con Llull e Rubio ma ne era soprattuto il capitano in campo e il leader di tutti i giochi organizzati da Scariolo.

EL CHACHO, UN PLAY DI LUSSO PER L’OLIMPIA MILANO

Una generazione d’orata che oltre al Chacho Rodriguez vedeva i fratelli Gasol, Calderon, Ricky Rubio, Llull, Rudy Fernandez, Serge Ibaka, Felipe Reyes e Juan Carlo Navarro: insomma, la Super Spagna di Scariolo aveva in Rodriguez il suo faro, sempre con quella barba da “hipster” ante-litteram e la capacità di immaginare basket con ben pochi eguali. Con la maglia del club el Chacho ha vinto l’Eurolega nel 2015 col Real Madrid (Mvp l’anno prima) e lo scorso anno col Cska, dove era arrivato nel 2017 dopo la fine della sua avventura Nba. Negli States el Chacho Rodriguez ha giocato 285 partite tra il 2006 e il 2010 con Portland, Sacramento e New York e 68 con Philadelphia nel 2016-17 senza però lasciare un vero segno importante come fatto in Europa. Con lui Ettore Messina si assicura un regista coi fiocchi per rivoluzionare una squadra pronta al salto di qualità con il nuovo capoallenatore e dirigente a tutto campo: regista da 10 punti e 4,8 assist di media nell’ultima stagione di Eurolega finita in trionfo a Mosca, i tifosi con lui tornano a sognare i grandi palcoscenici che già lo scorso anno con le prestazioni di James (miglior marcatore della competizione) avevano fatto intravedere un possibile ritorno ai fasti del passato. Ora Messina, dopo il play spagnolo, punta dritto verso Awudu Abass e Derrick Williams per completare il roster. L’Olimpia potrebbe essere ai nastri di partenza per una stagione fenomenale..



© RIPRODUZIONE RISERVATA