Simona Quadarella, diretta batterie 1500 SL/ Azzurra in finale, Ledecky miglior tempo

- Claudio Franceschini

Simona Quadarella, diretta batterie 1500 sl Olimpiadi Tokyo 2020: l’azzurra è in finale con il quarto tempo complessivo, la migliore è Katie Ledecky mentre resta fuori Mireia Belmonte.

Quadarella nuoto
Olimpiadi Tokyo 2020, medaglie italiani 31 luglio (Foto LaPresse)

SIMONA QUADARELLA, DIRETTA BATTERIE 1500 SL OLIMPIADI TOKYO 2020: FINALE CON IL QUARTO TEMPO

Confermata la finale per Simona Quadarella, come anticipavamo in precedenza: la nuotatrice romana, nelle batterie dei 1500 sl alle Olimpiadi Tokyo 2020, si prende il quarto tempo generale e dunque è ampiamente qualificata per la gara che potrebbe regalarle la prima medaglia ai Giochi. La concorrenza non le mancherà di certo: Katie Ledecky, che resta la favorita numero uno per l’oro, ha nuotato in 15’35’’35 senza nemmeno innestare le marce alte (siamo lontani 15 secondi dal record del mondo che lei stessa ha fatto registrare, tre anni fa a Indianapolis), il fatto che sia record olimpico non deve ingannare visto che fino a questo momento tale primato non era mai stato registrato, per quello che dicevamo prima. Al secondo posto della quinta batteria, e con un tempo nettamente inferiore a quello della Quadarella, troviamo Jianhiahe Wang che con 15’41’’49 timbra il record asiatico, già staccata di quasi 11 secondi Sarah Kohler mentre a rimanere fuori dalla finale dei 1500 sl alle Olimpiadi 2020 Tokyo è Mireia Belmonte Garcia, che ha nuotato in 16’11’’68. Questa però non era la gara regina della spagnola; vedremo comunque in finale, dove Simona Quadarella sarà presente e cercherà nuovamente di stupirci. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA BATTERIE 1500 SL OLIMPIADI 2020 TOKYO: FINALE AD UN PASSO

Simona Quadarella vola in finale alle Olimpiadi 2020 Tokyo: non è ufficiale, ma nella quarta batteria dei 1500 sl la romana ha nuotato in 15’47’’34, secondo tempo alle spalle di Erica Sullivan, mentre le altre batterie come ci si poteva aspettare sono state parecchio più lente, tanto che qui le prime sei hanno ottenuto un crono superiore rispetto a Viktoria Mihalyvari-Farkas, l’ungherese che si è imposta nella sua batteria in 16’02’’26. Adesso è il turno di Katie Ledecky, Sarah Kohler e Mireia Belmonte Garcia: saranno loro a fare da riferimento per il crono di Simona Quadarella, ma per rimanere fuori dalla finale dei 1500 sl l’azzurra dovrebbe avere sette delle otto nuotatrici della quarta batteria con un tempo inferiore al suo. Difficile che accada, anche se chiaramente nello sport come in ogni cosa i conti si fanno sempre alla fine; staremo dunque a vedere cosa succederà, ma salvo timori di smentite possiamo dire che Simona Quadarella abbia iniziato decisamente bene le sue Olimpiadi 2020 Tokyo, timbrando una finale. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA BATTERIE 1500 SL OLIMPIADI 2020 TOKYO

Simona Quadarella, alle ore 13:48 di lunedì 26 luglio, sarà in acqua nelle batterie dei 1500 stile femminili alle Olimpiadi 2020 Tokyo: sarà la quarta di cinque batterie con ingresso immediato in finale, visto che la distanza è davvero ampia e dunque non si può pensare di affrontare tre gare in pochi giorni. Ricordiamo che i 1500 stile femminili sono una novità ai Giochi: una competizione che non era mai entrata nel programma ufficiale prima di oggi, e allora sarà un inedito doppio, se vogliamo dirla così, perché la Quadarella si presenta agli Olimpiadi per la prima volta, dopo aver vinto un oro ai Giochi ma in ambito giovanile.

La romana, classe ’98, è da tempo uno dei grandi volti emergenti del nuoto italiano e mondiale: ai Mondiali di Gwangju disputati due anni fa ha vinto la medaglia d’oro proprio nei 1500 – precedendo Sarah Kohler e Wang Jianjiaeh, e approfittando del fatto che la Ledecky si era poi ritirata. La statunitense aveva battuto la romana negli 800, e allora avremo la rivincita: Katie Ledecky resta proprietaria del record del mondo, da vedere come si comporterà oggi Simona Quadarella nelle batterie dei 1500 stile libero alle Olimpiadi 2020 Tokyo ma sappiamo bene che la romana, in quanto a corsa per le medaglie, è una delle nostre grandi speranze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA