Simone Caprioli, fidanzato Vanessa Ferrari/ “Covid? Le ho costruito palestra in casa”

- Dario D'Angelo

Simone Caprioli, fidanzato di Vanessa Ferrari, con la ginnasta costretta alla quarantena per il Covid le ha allestito una vera e propria palestra in casa.

vanessa ferrari 2021 instagram 640x300

Con Vanessa Ferrari ospite oggi di Fabio Fazio a Che tempo che fa è altamente probabile che l’intervista alla campionessa di ginnastica artistica converga anche sul fidanzato della farfalla di Orzinuovi. Non si tratta soltanto di soddisfare la curiosità di chi, guardando la trasmissione da casa, si chiederà se la bella Vanessa sia single o impegnata. Il punto è che Simone Caprioli, oltre ad essere il compagno di vita della Ferrari, si è reso anche decisivo affinché l’atleta ottenesse un importantissimo risultato sportivo come la conquista della medaglia di bronzo nel corpo libero agli ultimi Europei. In che modo? Come riportato da La Repubblica, proprio Simone, nei giorni in cui Vanessa è risultata positiva al Covid, ha allestito per lei un’autentica palestra casalinga sfruttando gli spazi del salotto di casa e quelli del garage.

Simone Caprioli, fidanzato Vanessa Ferrari

Simone Caprioli ha raccontato a Repubblica come tutto ha avuto inizio: “L’idea è nata l’anno scorso, durante il primo lockdown, per consentire a Vanessa di allenarsi al meglio nonostante non potesse frequentare la palestra. Lei è un’autentica ambasciatrice della resilienza, le basta la sbarra di una ringhiera e inizia ad allenarsi. Non riesce a stare ferma. Così abbiamo recuperato qualche attrezzo da piazzare in casa“. Il fidanzato di Vanessa, a sua volta positivo in quel periodo, ha così descritto la loro particolare routine di allenamenti in quarantena: “Iniziava il riscaldamento in salotto. Abbiamo riorganizzato gli spazi di casa e lì teniamo la trave di un metro e lo staggio delle parallele che le ho costruito, oltre a un tappetone ad aria di tre metri. Quando saltava, sfiorava il lampadario, ma comunque è riuscita ad arrangiarsi. Era indispensabile iniziare in casa l’allenamento, perché il garage non è riscaldato“. Garage che, “è molto ampio e ospita comodamente un altro tappetone da otto metri per due. Lì passava gran parte del pomeriggio durante la quarantena, ma poi la sera tornava la febbre. È stato un periodo difficile. Entrambi bloccati in casa, dovevamo aspettare che ci portassero la spesa e anche i farmaci a domicilio. Non potevamo nemmeno uscire per buttare la spazzatura“. Sì, ma ora? Simone Caprioli non ha dubbi: “Vanessa è determinata a partecipare alle Olimpiadi di Tokyo. Sarebbe la sua quarta edizione dei Giochi e vuole dimostrare di poter fare bene. Questo per lei è uno stimolo straordinario“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA