Sinead O’Connor: “Prince mi ha picchiato”/ “Terribile! Ad un’altra spaccò le costole”

Sinead O’Connor, rivelazioni shock su Prince: “Mi ha picchiato, fu un’esperienza terribile”

sinead oconnor tv 2019
Sinead O'Connor alla tv inglese

Sinead O’Connor ha raccontato in diretta tv di essere stata picchiata da Prince. Ospite presso la trasmissione televisiva “Good Morning Britain”, la nota cantante, famosa in particolare per lo splendido brano “Nothing Compares 2U”, scritto proprio da Prince, ha spiegato: “Ci siamo incontrati una volta ma abbiamo subito cercato di picchiarci a vicenda, o meglio, è stato lui che ha picchiato me perché io mi stavo solo difendendo”. Visto che i due conduttori del programma, Piers Morgan e Susanna Reid, pensavano si trattasse quasi di uno scherzo, la O’Connor ha aggiunto: “Guardate che non sto mica scherzando, è stata un’esperienza spaventosa. Una sera Prince mi ha invitata a casa sua – le parole della cantante – e io da perfetta idiota ci sono andata da sola. Appena mi ha fatto accomodare ho capito che era strafatto di droga. Non era lucido e ha iniziato a dirmi cose senza senso”.

SINEAD O’CONNOR: “PRINCE MI HA PICCHIATO”

“Mi ha detto di avermi convocato – specifica meglio la 52enne irlandese – perché era a disagio con il fatto che non ero una sua protetta. Avevo appena registrato ‘Nothing Compares 2U’ e voleva che fossi una sua protetta, qualunque cosa intendesse”. Prince ha quindi chiesto alla stessa di non giurare più nelle interviste, “ma gli irlandesi come me – ha ribattuto Sinead – giurano di continuo, quindi gli ho detto chiaro e tondo dove poteva andare”. A quel punto l’autore di “Purple Rain” sarebbe andato su tutte le furie, prendendo un cuscino “in cui aveva inserito qualcosa di duro”, e inseguendo la cantante per tutta la casa: “Ha iniziato a inseguirmi, così sono corsa fuori, in giardino, e mi sono nascosta dietro un albero per la paura. Finché con uno scatto non sono corsa verso la mia macchina, ma anche lui è riuscito a mettere in moto la sua e si è messo a inseguirmi alle 5 del mattino sull’autostrada di Malibù. Con le auto fianco a fianco, io gli ho sputato dal finestrino e lui ha cercato ancora di colpirmi sempre con quel cuscino”. Dopo quell’esperienza terribile la cantante non ha più visto ne sentito Prince: “E comunque – conclude – non solo l’unica donna con cui si è comportato in modo violento. Una delle ragazze della sua band all’epoca era finita in ospedale con le costole rotte”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA