SONDAGGI POLITICI/ Lega al 26%, FdI sale al 14,6%. Zaia il governatore più apprezzato

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici, la Supermedia YouTrend-Quorum dà lista Conte tra il 12% e il 15%: Lega scende al 26%, bene Meloni quasi al 15%, cala il Pd

luca zaia
Luca Zaia, governatore del Veneto (LaPresse)

Dopo aver analizzato le intenzioni di voto e l’incidenza di una possibile lista del premier Conte, continuiamo il nostro viaggio nel mondo dei sondaggi politici grazie ai dati di Demopolis per Otto e mezzo (La7): l’istituto ha fatto il punto della situazione sui governatori più apprezzati e non mancano di certo le sorprese. Il presidente di Regione più ammirato è Luca Zaia: il numero uno del Veneto raccoglie il consenso di tre italiani su quattro, esattamente il 75%. Subito dietro troviamo il governatore della Campania, Vincenzo De Luca: l’esponente dem vanta il 62% di apprezzamento dei cittadini. La medaglia di bronzo spetta invece a Stefano Bonaccini: il presidente dell’Emilia Romagna si attesta al 60%. Subito dopo troviamo Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia) e Enrico Rossi (Toscana), entrambi al 54%, seguiti da Nello Musumeci (Sicilia) al 53% e da Christian Solinas (Sardegna) al 51%. (Aggiornamento di MB)

SONDAGGI POLITICI: LISTA CONTE “RUBA” 19% ELETTORI M5S

Ormai i sondaggi politici viaggiano da giorni su due binari separati non per forza destinati a non incontrarsi mai: da un lato la “cronaca” politica, con i consensi dei singoli partiti e leader che si muovono nella palude dell’emergenza Covid. Dall’altra parte, un’unica figura che continua a sostenere di non volere creare un “suo partito” mentre rumors e retroscena danno invece per avanzatissima la creatura di “Con-Te”: esatto, stiamo parlando del Premier Giuseppe Conte che ancora stamattina a diversi quotidiani ha confermato «mio partito? Io sono qui non per interessi personali, per coltivare un mio partito e favorire amici e conoscenti, ma per questo servizio. Un incarico che ha assunto un rilievo gravoso per l’emergenza. Sarebbe folle dedicare anche solo un millesimo di energia a questi pensieri».

Eppure parte di Pd e M5s spingono perché la lista Conte possa avanzare e raccogliere quel campo “centrista-progressista” inquadrato tanto da Matteo Renzi e Carlo Calenda e le attività di Casalino e degli altri collaboratori stretti del Premier sembrerebbero confermare l’intenzione di un nuovo progetto nei prossimi mesi. Per il momento, secondo i sondaggi politici stilati dalla Supermedia YouTrend-Quorum per Agi la lista Conte si muoverebbe tra il 12 e il 15% su scala nazionale: in particolare, negli ultimi sondaggi Emg di due giorni fa si nota come il Presidente del Consiglio potrebbe “rubare” parte dei consensi di Pd e M5s al proprio interno. Di quel 15% vi sarebbe un 35% di voti grillini, un 42% di voti dem e un 22% di bacino Centrodestra.

SONDAGGI YOUTREND (11 GIUGNO): LA SUPERMEDIA DELLA SETTIMANA

In attesa che la matassa possa dipanarsi appieno nei prossimi mesi e che Conte prenda in definitiva la decisione nell’una o nell’altra parte, la realtà prosegue e con la fase 3 entrata nel vivo i nuovi sondaggi politici della settimana vedono una media in perdita per Lega, Pd, Forza Italia e La Sinistra. Di contro, guadagnano M5s, Meloni, Renzi e Calenda. Le intenzioni di voto “mediate” da YouTrend vedono il Carroccio di Salvini al 26% (-0,3%) davanti al Pd di Zingaretti ancora in discesa al 20,4% (-0,2%) e al Movimento 5 Stelle invece in lieve crescita dello 0,2% al 16,15 attuale: Giorgia Meloni con Fratelli d’Italia sale fino al 14,6%, mantenendo lontani tanto Forza Italia al 7% quanto Italia Viva di Renzi al 3,2%. A chiudere i sondaggi della settimana ci pensano La Sinistra in calo al 2,6%, Azione Calenda al 2,5%, Verdi all’1,8%, Più Europa all’1,8%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA