SONDAGGI POLITICI/ Lega oltre quota 30%, per 42% Regioni meglio del Governo

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici, le intenzioni di voto con la Lega al 31%, Pd 22%, M5s risale e Meloni in forma. Fiducia leader, Conte plebiscito al 63%, Salvini 27%

sondaggi politici
Matteo Salvini e Giuseppe Conte (LaPresse, 2019)

Dopo aver analizzato le intenzioni di voto ed il gradimento dei leader, andiamo a scoprire cosa ne pensano gli italiani della gestione dell’emergenza coronavirus da parte del Governo grazie ai sondaggi politici di Ipsos per Di Martedì. Giudizi positivi sulle misure adottate dal Governo per affrontare l’emergenza: il 70% le ritiene efficaci (18% molto efficaci e 52% abbastanza efficaci). Il 26% non le ritiene invece efficaci (21% poco efficaci e 5% per nulla efficaci), mentre il restante 4% non sa o non indica.

L’esecutivo viene però battuto a sorpresa dalle Regioni in un altro sondaggi: l’istituto ha chiesto agli intervistati chi tra il Governo e le Regioni più colpite dall’emergenza coronavirus si è mosso con maggiore efficacia, il 42% ha risposto le Regioni (Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto) mentre il 34% si è schierato dalla parte della maggioranza. Il restante 24% non sa o non indica. (Aggiornamento di MB)

SONDAGGI POLITICI: LEGA 31%, PD 22. IL M5S…

Le intenzioni di voto si confermano “stabili” rispetto ai sondaggi politici della scorsa settimana, mentre sulla fiducia ai leader politici il vero balzo continua a compierlo il Premier Giuseppe Conte che con le continue conferenze stampa riesce a raggruppare più consenso di tutti gli altri protagonisti di questa lunga e difficile battaglia al coronavirus. Nei due sondaggi che abbiamo scelto questa mattina – Termometro Politico del 13 aprile per le intenzioni di voto e Ipsos-DiMartedì del 15 aprile per il consenso dei leader – si annidano dunque diversi messaggi e importanti “lezioni” che i singoli partiti dovranno trarre nelle prossime settimane.

Partendo dai sondaggi prodotti da Termometro Politico, si può subito evidenziare come la lotta al Mes e a degli aiuti Ue anti-Covid-19 importanti della Lega abbia fruttato comunque un aumento del consenso di Salvini e del Carroccio, saliti fino a 30,8% e in recupero rispetto alle ultime settimane. Il Partito Democratico resta al secondo posto ma ben distante, al 21,9%, mentre torna a crescere – anche se di poco – il Movimento 5 Stelle al 14,2% complice anche l’ottima performance del Premier Conte. Resta al 12,8% praticamente incollato Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, mentre Forza Italia non riesce ad andare oltre al 5,7% su scala nazionale.

SONDAGGI IPSOS (15 APRILE): FIDUCIA LEADER, CONTE AL TOP

Venendo alla seconda parte delle intenzioni di voto di Termometro, i sondaggi politici confermano lo stato di salute tutt’altro che al top per Matteo Renzi e Italia Viva (3,5%) mentre risale Azione di Calenda al 2,5%. Male Sinistra-Articolo 1 al 2,3%, ancora più sotto troviamo infine Verdi all’1,7%, Partito Comunista all’1% e piùEuropa all’1,3%. Dai partiti ai politici, i sondaggi stilati da Ipsos ieri sera per la trasmissione condotta da Giovanni Floris DiMartedì mostrano una netta conversione di consenso su di un unico leader politico: il Premier Conte aumenta ancora il vantaggio sui diretti avversari e con il 63% inaugura una fase più “plebiscitaria, frutto delle azioni e delle costanti presenze in video per l’emergenza coronavirus.

Il Governo va meno bene del suo Premier, dato non nuovo in Italia ma sempre importante da valutare, ma è il distacco dagli altri leader a fare impressione: al secondo posto c’è Giorgia Meloni ma con il 30% di consenso, meno della metà del Presidente del Consiglio. Seguono Matteo Salvini al 27%, pari merito con il Commissario agli Affari economici Ue Paolo Gentiloni (Pd), poi allo stesso livello di voti Luigi Di Maio (M5s), appena dopo il Segretario dem Nicola Zingaretti al 24% e da ultimi Silvio Berlusconi al 20% e Matteo Renzi al 10%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA