Sondaggi politici/ Lega al 23,5%, Pd scivola al 19,6%. Leader: Meloni stacca Conte

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici e intenzioni di voto al 16 gennaio 2021: il Movimento 5 Stelle perde lo 0,9%, Azione di Carlo Calenda ad un passo dal 4%

sondaggi politici
Matteo Salvini e Giorgia Meloni (LaPresse, 2020)

Dopo aver analizzato le rilevazioni di Noto, è tempo di andare a scoprire la supermedia dei sondaggi politici di Youtrend per Agi. Registrati interessanti movimenti, in particolare in casa Centrosinistra. In prima posizione troviamo ancora la Lega di Matteo Salvini: il Carroccio perde lo 0,1% e si attesta al 23,5%. Brusca frenata per il Partito Democratico: i dem di Nicola Zingaretti passano dal 20,6% al 19,6%. Terzo posto confermato per Fratelli d’Italia, quotato al 16,3% (+0,1%).

Il Movimento 5 Stelle continua a perdere terreno: i grillini sono al 14,2%, -0,9% rispetto all’ultima rilevazione. Nessuna novità per Forza Italia, azzurri al 7,4%, mentre tra i partiti minori di Centrosinistra registriamo l’importante balzo in avanti di Azione: il partito di Carlo Calenda guadagna lo 0,7% e si porta al 3,9%. Bene Italia Viva di Matteo Renzi, 3,3% (+0,2%), mentre La Sinistra è ferma al 3,2%. Infine troviamo +Europa al 2,1% (+0,1%) e Verdi al 2% (+0,3%).

SONDAGGI POLITICI: LA CLASSIFICA DEI LEADER

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dei sondaggi politici grazie ai dati di Index Research per Piazzapulita. L’istituto ha fatto il punto della situazione sul gradimento dei leader ed anche in questo caso non mancano le sorprese, specialmente in tempi di crisi di Governo. Il politico più stimato del Paese è Giorgia Meloni con il 38%. Staccato il premier Giuseppe Conte: il giurista perde il 2% e si porta al 34%. Terzo posto per Matteo Salvini con il 28% (-1%), seguito da Nicola Zingaretti e Silvio Berlusconi, rispettivamente al 25% (-1%) e al 19% (-1). Carlo Calenda e Luigi Di Maio stabili al 17%, mentre fa un passo avanti Matteo Renzi: grande protagonista di questa crisi di Governo, il leader di Italia Viva guadagna il 2% e si porta al 15%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA