SONDAGGI POLITICI/ Governo Pd-M5s fa male a Salvini: calo Lega del 4%

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici e intenzioni di voto: Ixè per CartaBianca, la Lega di Salvini poco sopra la soglia psicologica del 30%, ma Forza Italia non approfitta del calo.

reddito di cittadinanza 2019
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio (LaPresse)

Gli ultimi sondaggi politici di Ixè per il programma di Rai 3 CartaBianca confermano una volta di più il trend dell’ultimo mese: la luna di miele tra Matteo Salvini e gli italiani sembra essere terminata. Il capo della Lega ha perso infatti 4 punti dal 34,1% delle elezioni Europee e si attesta oggi al 30,1% dopo l’apertura della crisi di governo. Chi ha tratto beneficio da questa situazione è invece il binomio Pd-M5s che si accinge a governare con un Conte-bis (qui la lista ufficiale dei ministri). Il MoVimento 5 Stelle rispetto al flop del 26 maggio passa infatti dal 17,1% al 22,3% rilevato tra il 2 e il 3%. Lieve aumento anche per il Pd di Nicola Zingaretti, passato dal 22,7% al 23%. Chi non sembra beneficiare per ora della perdita di consensi della Lega è Forza Italia: Silvio Berlusconi è infatti passa infatti dall’8,8% al 7,0% e subisce il sorpasso di Giorgia Meloni, accreditata oggi del 7,4% dei consensi. (agg. di Dario D’Angelo)

MINISTRI, PIEPOLI: FRANCESCHINI SUL PODIO

Mentre nelle prossime ore il Premier Conte salirà al Colle a sciogliere la riserva portando con sé la lista dei Ministri che completano il nuovo Governo Pd-M5s, possono risultare assai interessanti i sondaggi politici stilati da Piepoli per La Stampa dello scorso 30 agosto: si è cercato infatti di dare un primo “polso della situazione” in merito al consenso che i principali candidati a far parte del prossimo Consiglio dei Ministri giallorosso. Ebbene, si scopre che a livello di singoli politici, i sondaggi premiano figure più del Partito Democratico, mentre la fiducia cala sui membri M5s che potrebbero entrare nel Conte-bis. Sono Graziano Delrio e Marco Minniti i primi due per fiducia, al 37%, seguiti a ruota da Dario Franceschini al 35% e Andrea Orlando al 32%; secondo gli ultimi toto-Ministri, solo Minniti e l’ex Mibac avrebbero la possibilità di entrare nel nuovo Governo Conte. Bene il grillino Sergio Costa, al 29%, mentre seguono Enzo Moavero Milanesi (25%), Alfonso Bonafede (23%, in odore di riconferma alla Giustizia), Stefano Patuanelli (M5s, 22% vicino ad una promozione) e Paola De Micheli, dem 22% data come nuovo Ministro del Mit. Chiudono la lista dei sondaggi Piepoli: Emanuele Fiano (Pd, 20%), Antonio Misiani (Pd, 18%), Riccardo Fraccaro (M5s, 18%), Roberto Cingolani (17%), Tommaso Nannicini (Pd, 16%) e Vincenzo Spadafora, grillino dato al 14% e possibile nuovo Sottosegretario a Palazzo Chigi.

YOUTREND-QUORUM (3 SETTEMBRE): PD-M5S DIVISI SUI MIGRANTI

Nell’ultimissima rilevazione fatta dai sondaggi YouTrend/Quorum per Sky Tg24 si è cercato di approfondire da vicino i reali contenuti che il Governo Pd-M5s dovrà affrontare nei prossimi mesi, evidenziando le diverse e profonde fratture su alcuni temi chiave per la convivenza in maggioranza. Ad esempio, la distanza e differenza tra Pd e M5s in merito al delicato tema dell’immigrazione non potrà che rappresentare un probabile problema nel corso delle leggi da approvare e su quelle da “cambiare”, come i Decreti Sicurezza firmati dall’ex Ministro Salvini. Stamattina Delrio (Pd) ha spiegato che nel programma giallorosso vi sarà una nuova legge sull’immigrazione: bene, ma gli elettori che ne pensano? Guardando i sondaggi politici YouTrend alla domanda «L’immigrazione ha avuto un impatto positivo sull’economia italiana”: mi può dire quanto è d’accordo con questa affermazione?» solo il 32% degli elettori 5Stelle si dice concorde, mentre il 50,6% la pensa all’opposto, molto più come l’elettorato della Lega. Per i dem invece il 59,1% ritiene che l’immigrazione sia sempre positiva per la nostra Economia, mentre “solo” il 23,2% vede delle criticità in merito a tale affermazione.

SWG (2 SETTEMBRE): LE INTENZIONI DI VOTO

Il Governo giallorosso sta per nascere ma la Lega risale subito nei sondaggi politici in questi giorni convulsi di trattative e voti su Rousseau per il sorgere del “Conte-Bis”: i dati espressi dai sondaggi Swg mostrano come il Carroccio trainato ancora da Matteo Salvini resta comunque il primo partito nel Paese (e con il Centrodestra la prima coalizione) anche se lontano da quel “sognato 40%” col quale probabilmente il leader legista ha fatto il passo più lungo della gamba aprendo la crisi di Governo. I dati elettorali danno la Lega al 33,6%, mentre registrano il sorpasso del Movimento 5 Stelle sul Pd in questo strano mese di agosto: i grillini recuperano terreno e con un balzo finiscono di poco davanti ai dem, 21,4% contro il 21,1% di un Partito Democratico in difficoltà nella nuova alleanza con i 5Stelle. Sale bene anche Fratelli d’Italia (6,9% per Giorgia Meloni), mentre Forza Italia resiste in difficoltà al 6,2% su scala nazionale.

SONDAGGI SWG (2 AGOSTO): 7% BOCCIA IL PREMIER CONTE

Guardando i dati espressi ancora da sondaggi politici di Swg notiamo come +Europa di Emma Bonino resta ad un buon 3% mentre La Sinistra che potrebbe entrare nel Governo Conte-bis non va oltre il 2,7% su scala nazionale. I Verdi si fermano al 2,4% mentre la cifra di chi si “astiene” dal rispondere al sondaggio è ancora piuttosto alta, al 31%. Importante l’ultima domanda fatta agli intervistati Swg, ovvero quando viene rivolta la seguente analisi al solo elettorato del Partito Democratico: «il fatto che Giuseppe Conte sia premier del nuovo Governo, lei lo considera un fatto…», con il 35% che premia la figura del Premier nonostante venga da un recentissimo Governo con la Lega di Matteo Salvini. Il 58% risponde «non del tutto positivo ma accettabile», mentre è solo il 7% dei Dem a ritenere “inaccettabile” la figura di Giuseppe Conte a capo di un Governo con dentro anche il Pd.

© RIPRODUZIONE RISERVATA