Stefano Sensi e fidanzata in due sul monopattino/ “Selfie” proibito: multa Inter?

- Davide Giancristofaro Alberti

Stefano Sensi criticato dopo la foto in compagnia della fidanzata sul monopattino elettrico. Non è da escludere l’intervento dell’Inter con una multa

sensi ig 2020 630x300
Stefano Sensi con la fidanzata sul monopattino (Instagram)

Probabili guai in arrivo per il centrocampista della nazionale italiana, di proprietà dell’Inter, Stefano Sensi. Il 25enne calciatore originario di Urbino è stato infatti protagonista di un mezzo scivolone social, che molti hanno già criticato apertamente. L’ex Sassuolo ha postato sul Instagram uno scatto in compagnia della sua fidanzata, Giulia Amodeo, un’immagine che vede i due insieme su un monopattino elettrico. A postare lo scatto è stato in realtà la bella fidanzata del nerazzurro, ma evidentemente qualcuno deve averle fatto notare la trasgressione del codice della strada, e di conseguenza ha deciso di rimuoverlo poco dopo. Sul mezzo elettrico tanto in voga in questo periodo, è infatti assolutamente vietare andare in due, ma Sensi probabilmente non è a conoscenza della norma, o magari ha percorso solo pochi metri assieme alla sua compagna. Fatto sta che la fotografia ha generato qualche polemica e secondo Tuttosport non è da escludere che l’Inter possa prendere qualche provvedimento, magari una multa all’indirizzo del suo centrocampista.

STEFANO SENSI, SELFIE PROIBITO SUL MONOPATTINO: IL RITORNO IN CAMPO DOPO IL LUNGO STOP

Monopattino “vietato” a parte, Sensi è stato uno dei protagonisti della vittoria pazza dell’Inter contro la Fiorentina di sabato sera. Al termine del match, interpellato dai microfoni di Inter Tv, aveva spiegato: “Questa è stata una rimonta di squadra, voluta dal gruppo. Sapevano che sarebbe stato difficile perché loro giocano bene e sono una buona squadra. Abbiamo messo in campo il carattere e siamo felici per la vittoria”. Sensi viene da una stagione 2019-2020 decisamente travagliata alla luce degli innumerevoli infortuni subiti, l’ultimo che lo ha costretto a saltare tutto il finale di campionato scorso: “Sicuramente la continuità – ha detto a riguardo – mi è mancata l’anno scorso per un po’ di problemi fisici, ho lavorato sulla prevenzione. Mi sento bene, non so se sono al 100% ma in settimana lavoriamo tutti tanto e l’importante è sempre farsi trovare pronti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA