Strage Altavilla/ L’avvocato di Barreca: “Parla solo del demonio, impossibile abbia fatto tutto da solo”

- Davide Giancristofaro Alberti

Strage Altavilla, a Storie Italiane l'avvocato di Giovanni Barreca, accusato dell'omicidio di moglie e due figli: “Parla solo di demoni, non è possibile avere una conversazione”

altavilla storie 2024 640x300 A Storie Italiane la strage di Altavilla

Si parla della strage di Altavilla questa mattina a Storie Italiane e in collegamento vi era l’avvocato di Giovanni Barreca, l’uomo in carcere accusato di aver ucciso la moglie e i due figli durante un rito di esorcismo: “Il Barreca è una persona provata, continua nel suo stato di delirio, che c’era prima, c’è stato sicuramente durante i fatti e tutt’ora continua. Il signor Barreca non riesce ad affrontare questa situazione, non c’è nessun argomento diverso da quello del Demonio. Casa sua era invasa dai demoni, i famigliari anche, e il suo obiettivo era quello di liberarsi dal Demonio”.

“Mi riesce difficile credere – ha proseguito l’avvocato del principale indiziato per la strage di Altavilla – che una persona con una corporatura gracile alta poco più di un metro e sessanta, abbia organizzato da solo. Non ha fatto tutto da solo, certamente no. La coppia si dichiara innocente? Stando ai fatti non mi pare si possa affermare una totale estraneità dei fatti da parte della signora. Certamente non è un’attività che è stata perpetrata da una sola persona”. Quindi ha continuato: “Lo stato delirante di Giovanni Barreca non si è mai fermato e permane tutt’ora. Con il signor Barreca non si può affrontare una conversazione diversa dai demoni, lui dice di aver agito nel nome di Gesù per liberare questa casa dai demoni”.

STRAGE ALTAVILLA, L’AVVOCATO: “NON E’ POSSIBILE PARLARE CON BARRECA ORA”

Sulla coppia arrestata dopo la strage di Altavilla, l’avvocato di Giovanni Barreca ha precisato: “Attualmente non è ancora possibile affrontare una conversazione chiara e logica con il signor Barreca. L’incontro con la coppia è poco chiaro. Il Barreca attribuisce all’intervento del divino questo incontro, lui comunque esclude l’ausilio dei social, l’incontro è stato favorito dall’intervento del divino”. Sulla perizia psichiatrica: “Sto valutando attentamente la richiesta per via della sua condizione che permane da tempo”. Sulla posizione della figlia del Barreca, anch’egli indagata: “Non mi possono esprimere, ha un suo difensore.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Storie Italiane

Ultime notizie